“L'aquila e la Fiamma”, scritte antifasciste sui manifesti. Sdegno di Fratelli d’Italia

martedì 12 dicembre 2017
È accaduto nel circondario di Alezio. La presentazione è in programma il prossimo 16 dicembre alla presenza di Isabella Rauti.

“Presidio antifascita”. È questa la pecetta apparsa sui manifesti per la presentazione “L’aquila e la Fiamma” affissi ad Alezio e nei paesi vicini, in programma il prossimo 16 dicembre. L’incontro prevede la presenza dell’autore Nazareno Mollicone e di Isabella Rauti, presidente del Centro Studi “Pino Rauti”.

Sdegno da parte dei rappresentanti di Fratelli d’Italia, a partire dal consigliere regionale Saverio Congedo: “Solidarietà alla portavoce Sara Durante e ai militanti di Fratelli d’Italia di Alezio presi di mira da scritte sui manifesti. Si tratta di un episodio di intolleranza e di inciviltà probabilmente riconducibili all’area del cosiddetto antifascismo militante, non nuova a messaggi intrisi di odio e faziosità politico-ideologica.

Non oso immaginare quale sarebbe stata la reazione di partiti, associazioni, salotti pseudo intellettuali e rappresentanti istituzionali se un episodio del genere avesse colpito un’iniziativa promossa da forze di sinistra. Sono comunque fiducioso che l’incontro si svolgerà in modo sereno e partecipato così come merita questo evento politico-culturale”.

"Chiedo a tali ignoti - ha dichiarato Sara Durante- di far sì che si svolga un evento organizzato da un partito diverso dal loro senza dover obbligatoriamente manifestare la loro scarsa attitudine alla democrazia e alla libertà stessa di manifestazione del pensiero. Oscurare un manifesto o impedire che si svolga una manifestazione non dovrebbe essere propriamente caratteristica di chi ci vuole anche liberi e uguali, o no?"

"Purtroppo, alle porte del 2018 - ha scritto in una nota il segretario provinciale di FdI Pierpaolo Signore - siamo ancora costretti ad assistere a queste pagliacciate: mentre l’Italia va a rotoli, c’è chi crede che il problema sia una corrente di pensiero di oltre settant’anni fa. Sara Durante ci mette la passione, la voglia, la faccia. Queste persone restano, invece, nascoste dietro le loro bandierine, non si firmano perché sanno bene che quello che fanno non è legale e l’unica cosa che lede è la cassa del loro stesso Comune".

"Siamo alle prese con l’ennesimo, vile oltre che antidemocratico, attacco di una certa parte di sinistra frustrata e nostalgica - conclude Donato Carbone, presidente di Gioventù Nazionale -  la presentazione del libro ci sarà comunque e noi saremo lì, con Sara, con la comunità di Alezio e con quella parte di gente per bene”.

Altri articoli di "Politica"
Politica
19/10/2018
L’avvocato Luigi Quinto è stato incaricato di ...
Politica
19/10/2018
Nell’incontro odierno, restano le distanze tra il ...
Politica
19/10/2018
Il ministro Costa è intervenuto oggi ad un evento ...
Politica
19/10/2018
Il consigliere comunale di Lecce attacca ...
 L’intervista al dottor Mangia sulle malattie dell’apparato cardiovascolare. Le malattie ...
clicca qui