"Tessere la crescita": fondi regionali per 15 nuovi attrattori culturali

giovedì 7 dicembre 2017

"Cultura è lavoro e i beni culturali presidi contro il degrado delle città e della società." ha detto l'assessore Capone durante la presentazione dei progetti vincitori.

Si chiama "Tessere la crescita" il nuovo progetto della Regione Puglia per rilanciare la cultura e il turismo. Questa mattina la presentazione dei 15 nuovi attrattori culturali finanziati dal bando regionale 
legati idealmente tra loro da un grosso gomitolo che ha intrecciato le mani dei vincitori.
Sei milioni e seicento mila euro di investimento regionale per recuperare beni monumentali, ammodernare strutture teatrali, migliorarne l’accessibilità, l’infrastrutturazione tecnologica e, contemporaneamente, promuovere l’innovazione dei processi e contenuti culturali delle imprese che li abiteranno, aiutandole a strutturarsi, a competere sul territorio nazionale e internazionale.

“Cultura è lavoro - ha detto l’assessore regionale Loredana Capone. È un bene primario, come l'aria, come l'acqua. Se non c'è, gli effetti sono devastanti. E i beni culturali sono veri e propri presidi contro il degrado delle città e della società. È per questo che abbiamo messo in campo una grande strategia sui beni culturali: attrattori di cultura e di umanità. Prima ancora che di turismo ed economia. E con i beni culturali vogliamo generare lavoro. Ecco, allora, qual è l’obiettivo principale di questo bando: valorizzare i luoghi valorizzando le persone, la loro professionalità. La Regione può essere il contenitore, il telaio. I contenuti, però, dobbiamo deciderli insieme”.

Le risorse stanziate in prima istanza, 4 milioni di euro, consentivano di finanziare solo nove progetti dei 15 ammessi. A fronte della qualità dei progetti e dell'impegno delle imprese culturali e dei Comuni, la Giunta regionale, su proposta dell'assessore Capone, ha stabilito di aumentare le risorse destinate al bando, finanziando tutti i progetti ritenuti ammissibili. Un processo di infrastrutturazione culturale che doterà la Puglia di innovativi spazi per la produzione e fruizione di spettacolo dal vivo.

“Siamo soddisfatti del risultato ottenuto - ha concluso Loredana Capone. Le imprese culturali hanno mostrato capacità progettuali e imprenditoriali e i Comuni disponibilità a mettere in campo il loro patrimonio. La partecipazione ha superato le nostre migliori aspettative al punto che stiamo già ragionando sulla riapertura del bando”. 

Qui i 15 progetti finanziati

Altri articoli di "Cultura"
Cultura
13/07/2018
Sabato 14 luglio presentazione dello studio sul paese ...
Cultura
12/07/2018
Domani sera la presentazione del volume edito da ErreCi ...
Cultura
09/07/2018
Fino al 22 luglio libri, reading, live show, laboratori, ...
Cultura
02/07/2018
Dal 5 al 7 luglio tra Lecce e Corigliano d'Otranto la ...
Intervista al dottor Nicola Di Renzo, direttore di ematologia e servizio immuno-trasfusionale Asl di Lecce: “La ...
clicca qui