Gheppi sparati, l'appello dell'assessore: "I cacciatori contrastino il bracconaggio"

lunedì 4 dicembre 2017
Le Guardie per l'ambiente salvano due gheppi sparati da bracconieri senza scrupoli. In cura al Museo di storia naturale di Calimera.
  
In poche ore sono ben due gli esemplari di gheppio salvati tra Lecce e Lizzanello. Vittime di carabine senza scrupoli, fortunatamente sono stati salvati dalle Guardie per l'ambiente e poi affidati alle cure del Museo di Storia naturale di Calimera. A fronte dell'aumentare del fenomeno del bracconaggio, interviene ora l'assessore Carlo Mignone, con delega tre le altre all’Ambiente.

"Agli amici cacciatori dico dovreste essere le sentinelle del territorio" sollecita l'assessore. "Questa mattina sono già due i gheppi sparati tra Lecce e Lizzanello da questi mentecatti, falsi cacciatori, che non si fermano neppure davanti alla bellezza di questi animali. Grazie a Domenico Clemente e al suo alacre contributo a fianco dell’ufficio ambiente e agli amici del museo di Calimera che cercheranno di salvargli la vita"
Altri articoli di "Fotonotizia"
Fotonotizia
16/02/2018
Ieri l’importante traguardo per Maria Trombetta Camboa, festeggiata da familiari e ...
Fotonotizia
12/02/2018
La segnalazione arriva direttamente dalla Polizia municipale che fanno sapere di aver ...
Fotonotizia
12/02/2018
Pesca grossa a Porto Cesareo, dove questa mattina è stato recuperato un totano ...
Fotonotizia
22/01/2018
Un secolo tondo tondo per la nonnina delle Vincenziane. Effa ha festeggiato 100 anni ...
Appuntamento dal 19 al 20 febbraio con l’evento dal titolo “Sport e fair play. Cittadinanza globale e ...