Lieto fine per Mimì, cane conteso tra tre padroni: l'allevatrice lo fa tornare a casa

mercoledì 29 novembre 2017

Il caso dell'esemplare di Irish Wolfhound era finito in Tribunale: torna nella casa che l'aveva accolta grazie alla sensibilità dell'allevatrice Salomon.

Mimì torna a casa. Dopo una lunga disputa, anche a colpi di carte bollate, l'esemplare di Irish Wolfhound affidato dopo un passaggio di mano ad una coppia leccese può restare con la sua famiglia. Lieto fine dunque per il caso di Mimì. Decisivo è stato il ruolo dell'allevatrice Ludovica Salomon che, dopo aver appurato le condizioni della cagnolona, ha scelto di lasciarla con Massimo De Guz e Valeria Lucatello, che tanto avevano fatto per non farsi sottrarre la cagnolona, diventata ormai un membro della famiglia.

La storia, lunga è complicata, era rimbalzata dai social alle testate giornalistiche, diventando anche una petizione/appello in direzione dell'allevatrice, che pure di tutta l'intricata vicenda ne aveva saputo poco. Tutto era iniziato alcuni mesi fa quando Ludovica Salamon, veterinaria affermata e proprietaria dell'allevamento di Irish Wolfhound riconosciuto come il più importante d'Europa, aveva affidato la piccola ad un amico, avvocato leccese, che poi, non riuscendola forse a gestire, l'aveva a sua volta affidata alla famiglia di Massimo De Guz e Valeria Lucatello, dove Mimì era stata accudita e curata. Un passaggio di mano di cui, però, la dottoressa Salomon non era stata messa a conoscenza tanto che, una volta saputo che il cane non era più a casa dell'amico avvocato, ne aveva richiesto la restituzione. Alla nuova famiglia di Mimì arriva così, tra capo e collo, la richiesta dell'avvocato che, al diniego, indice una causa giudiziaria. L'esito del procedimento, che vede vincitore l'avvocato stesso, getta nello sconforto la nuova famiglia di Mimì che tenta il tutto per tutto per non dover cedere un membro della famiglia. Dopo un tam tam mediatico, il tutto arriva alle orecchie dell'allevatrice che decide così di appurare le reali condizioni del cane e, infine, nonostante la legge le desse ragione, accetta di lasciarla nella sua nuova famiglia. Veterinaria e allevatrice, Ludovica Salomon fa prevalere dunque le ragioni affettive, avendo più a cuore il benessere della sua Mimì piuttosto che le ragioni formali. Unica condizione, immediatamente accettata da Massimo De Guz e Valeria Lucatello, che venga sterilizzata, dal momento che Mimì, nonostante l'età avanzata, ha un grosso potenziale come fattrice di una razza rara e molto apprezzata.

L'epilogo arriva con un sorriso: i nuovi proprietari si recano quindi a Sant’Alessio con Vialone, in provincia di Pavia, sede dell'allevamento di Ludovica Salomon, per far sterilizzare Mimì che, contenta, torna a casa. Questa volta per restarci.

Spiega Valeria Lucatello: “Sono rientrata da Sant’Alessio con Vialone (Pavia) dove ho portato Mimì per la sterilizzazione: è stato un viaggio faticoso per entrambe ma per me molto costruttivo. 
L’intervento è andato benissimo e già dopo poche ore la cagnolona trottava nei campi. 
Ho conosciuto la dottoressa Ludovica Salamon, era felice di rivedere Mimì e l’ha abbracciata con vero sentimento; mi ha raccontato la sua storia fin dalla nascita in Inghilterra e, dopo l’intervento, abbiamo parlato a lungo e mi sono fatta un’idea molto diversa da quella che avevo prima di partire. L’avevo vista solo in foto e mi era sembrata una donna dura e forse superba ma mi sono bastati i tratti del viso così espressivi e i suoi sorrisi mai di circostanza, per cambiare completamente opinione. 
Mi sono trovata di fronte una donna vera, con un carattere molto forte ma con un enorme sensibilità, fortemente legata ai suoi animali; una donna con pochi fronzoli, quasi d’altri tempi, concreta e molto autentica, qualità che oggi si trovano sempre meno in persone che vivono solo per apparire e che forse hanno troppo tempo a disposizione. E ancora, mi sono trovata di fronte una veterinaria, capace e con grande esperienza: l’ho guardata a lungo mentre trattava altri cani e si rivolgeva ai loro famigliari: determinata, competente e capace di trasmettere loro sicurezza. Grazie dottoressa Salamon da parte mia e della 'nostra' Mimì”.

Dello stesso tenore anche le parole di Massimo de Guz: “Nell’attesa che si arrivi ad una conclusione con l’Ufficiale Giudiziario, il cui intervento è già stato sospeso un volta, ringrazio sentitamente la dottoressa a cui porgo le mie scuse per qualunque danno le sia stato arrecato da questa triste vicenda. Siamo felici che il benessere di Mimì abbia trionfato rispetto alla sentenza di un Tribunale e questo certamente fa onore alla dottoressa Salamon e testimonia la sua riconosciuta e incondizionata passione per gli animali”.

(in foto: Mimì e l'allevatrice Ludovica Salomon)

 

Altri articoli di "Redazionali"
Redazionali
11/12/2017
Venerdì 22 dicembre, dalle ore 22, ristorante ...
Redazionali
05/12/2017
Appuntamento domenica 17 dicembre per la tradizionale fiera che anticipa il Natale. La ...
Redazionali
05/12/2017
E’ arrivato all’atto conclusivo il Grand Prix ...
Redazionali
27/11/2017
Una gara entusiasmante ed un’ attenzione particolare ...
Venerdì 22 dicembre, dalle ore 22, ristorante Nazionale a Lecce. Buon cibo e musica per una serata ...