Mal di testa e vomito a causa della vernice fresca, chiusa scuola a Lequile

venerdì 24 novembre 2017
La decisione del sindaco dopo le lamentele dei genitori della scuola di via san Cesario.

Bimbi a casa per tre giorni e genitori preoccupati che vogliono vederci chiaro. Il sindaco di Lequile Antonio Caiaffa ha deciso di chiudere in via precauzionale la scuola elementare di via san Cesario dopo i malesseri accusati da alcuni alunni martedì scorso.
Sotto accusa sono finiti i lavori di pitturazione dei termosifoni che hanno reso l'aria irrespirabile in tutte le aule del plesso scolastico che ospita bambini della materna, elementare e media.
L'odore di vernice era insopportabile, hanno raccontato i piccoli studenti ai loro genitori, tanto che alcuni di loro, al ritorno dalla scuola hanno accusato mal di testa, conati di vomito e attacchi di asma.
Da qui la decisione dei genitori di portare il caso sul tavolo del dirigente scolastico che ha informato il sindaco di quanto accaduto. Le vernici utilizzate sono a norma ma per precauzione è stato deciso di tenere la scuola chiusa fino a lunedì ed effettuare dei sopralluoghi per verificare se, nel frattempo, la qualità dell'aria è migliorata.
“I lavori sono stati eseguiti nella tarda mattinata di martedì- racconta il padre di un'alunna– i bambini sono stati fatti uscire e una volta rientrati hanno avvertito subito il forte odore, amplificato dal calore emanato dai termosifoni. La vernice, peraltro, non si era del tutto asciugata perchè uno dei bimbi si è anche sporcato urtando accidentalmente”. 

Immagine di repertorio
Altri articoli di "Scuola"
Scuola
16/11/2018
Finiti i lavori di rifacimento del soffitto delle aree ...
Scuola
08/11/2018
Il report 2018 di Eduscopio esamina l’andamento ...
Scuola
07/11/2018
La giunta comunale ha approvato oggi l'attivazione dello ...
Scuola
06/11/2018
Seconda edizione del contest per le scuole pugliesi, ...
  Il 7 novembre il professor Alberto Mantovani, uno dei più importanti scienziati immunologi e ...
clicca qui