Droga a fiumi dalla Spagna, arrestato 80enne leccese

mercoledì 22 novembre 2017
L'uomo, trapiantato da tempo a Torino, è considerato appartenente ad un'organizzazione internazionale gestita dalla 'Ndrangheta. 

C'è anche un 80enne leccese tra i 12 arrestati nel corso dell'operazione dei Ros che hanno sgominato un'organizzazione criminale internazionale collegata alla 'Ndrangheta che faceva arrivare in Italia fiumi di droga dalla Spagna. Si tratta di Luigi Tommaso Trisolino, salentino da tempo trapiantato a Torino, finito agli arresti domiciliari su richiesta della Procura distrettuale antimafia del capoluogo piemontese. Tra gli arrestati ci sono anche due brindisini: Giovanni Cannalire, 49 anni e Orlando Carella di 48.

L'operazione 'Bellavita' ha permesso di individuare i canali di approvvigionamento di ingenti quantità di cocaina e hashish, le modalità di trasporto e la rete di distribuzione: la droga arrivava dal Marocco attraversava la Spagna e raggiungeva l'Italia.
In collaborazione con la polizia spagnola (UDYCO, Unidad de Drogas y Crimen Organizado), è stato possibile arrestare due pericolosi latitanti calabresi che si nascondevano a Malaga: 
Roccio Piscioneri e Mario Antonio Di Giacomo.

La droga arrivava in Italia nascosta all'interno di doppi fondi ricavati all'interno di autocarri o di vetture prese a noleggio, oppure intestate a dei prestanome.

Immagine di repertorio

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
22/06/2018
Accolto il ricorso di Prefettura di Lecce e Viminale: nel ...
Cronaca
22/06/2018
L'uomo aveva trafugato in due giorni 16 volumi per un ...
Cronaca
22/06/2018
L’uomo dovrà scontare la pena definitiva di 3 ...
Cronaca
22/06/2018
È intervenuto il personale della stazione ...
Un errore fare affidamento su presunte innovazioni: le tecniche per la cura della malattia sono in via di ...
clicca qui