Svolta sul cadavere trovato a Castro: potrebbe appartenere ad un avvocato albanese scomparso

sabato 18 novembre 2017
La Procura di Macerata ha chiesto di poter effettuare il test del Dna, gli inquirenti albanesi indagano per sequestro di persona.

Potrebbe essere di un cittadino albanese scomparso lo scorso 2 novembre il cadavere senza nome recuperato dal mare di Castro tra il 6 e il 7 novembre. E' questa l'ipotesi sulla quale sta indagando la Procura di Macerata dove Besnik Muço viveva con la famiglia dopo essere fuggito per motivi politici dall'Albania. Muço era stato Procuratore Generale a Tirana e le sue inchieste avevano creato attriti con il regime.
L'uomo è scomparso nel nulla durante un viaggio in traghetto da Durazzo a Bari partito dalle coste albanesi il 2 novembre. La moglie ha presentato denuncia di scomparsa agli inquirenti e si è detta sorpresa per il viaggio improvviso del marito che solitamente si spostava in aereo: il 54enne tornava nel paese d'origine da quando aveva aperto uno studio legale.
Il fratello dell'uomo ha presentato denuncia alla Procura di Tirana che indaga con l'ipotesi di sequestro di persona. A chiarire se il cadavere appartiene al 54enne sarà l'esame del Dna richiesto dalla procura di Macerata.

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
22/06/2018
Accolto il ricorso di Prefettura di Lecce e Viminale: nel ...
Cronaca
22/06/2018
L'uomo aveva trafugato in due giorni 16 volumi per un ...
Cronaca
22/06/2018
L’uomo dovrà scontare la pena definitiva di 3 ...
Cronaca
22/06/2018
È intervenuto il personale della stazione ...
Un errore fare affidamento su presunte innovazioni: le tecniche per la cura della malattia sono in via di ...
clicca qui