Consiglio di Stato, Salvemini al centrodestra: “Basta con l’accusa d’illegittimità”

venerdì 10 novembre 2017

Il sindaco si appella agli avversari chiedendo di mettere da parte l’assunto che il consiglio comunale “sia illegittimo” e la maggioranza “abusiva”. I commenti politici dopo il rinvio dei giudici di Palazzo Spada.

C’è una certa soddisfazione dopo la lunga giornata di attesa di ieri, nel centrosinistra, per il rinvio da parte del Consiglio di Stato sulla propria decisione di merito nella vicenda del premio di maggioranza. La valutazione dei giudici di Palazzo Spada viene vista come la possibilità di poter andare avanti con serenità nell’azione amministrativa fino all’inizio del prossimo anno, dando seguito ai progetti intrapresi in questi mesi di governo a Palazzo Carafa.

Il sindaco Carlo Salvemini ha sottolineato in un post i contenuti dell’ordinanza emessa dal Consiglio di Stato, richiamando il centrodestra a uscire dallo schema della “maggioranza abusiva”: “Come si vede – precisa il primo cittadino - il massimo organo della giustizia amministrativa ribadisce un’evidente complessità della controversia. Con buona pace di chi - pochi giorni fa - ha nuovamente definito la maggioranza ‘abusiva, priva di legittimazione politica e amministrativa’. Ci auguriamo che l’ordinanza odierna induca i consiglieri di centro destra a ritenere il Consiglio Comunale il luogo del confronto democratico e non - come finora avvenuto - il teatro di un immaginario e surreale colpo di Stato”.

Salvemini chiude il suo ragionamento con un commento: “Attendiamo fiduciosi. Noi intanto andiamo avanti”.

Sulla stregua dell’intervento del sindaco quello del suo vice, Alessandro Delli Noci, che commenta: “La notizia sulla sospensiva e la decisione rimandata all'8 febbraio ci permettono di continuare a lavorare serenamente come abbiamo fatto sinora. I leccesi hanno deciso e scelto questa amministrazione comunale guidata dal sindaco Carlo Salvemini e da me. Hanno scelto il nostro programma, la nostra visione di città. E noi, dal giorno dopo l'insediamento, abbiamo dimostrato di voler mantenere quel patto con i cittadini, abbiamo profuso ogni impegno per realizzare azioni volte al benessere di questa nostra comunità. Un lavoro fatto di concerto, con passione, un lavoro concreto che coinvolge tutti gli assessori e i consiglieri eletti nella nostra coalizione”.

“Ora – puntualizza - basta assenze ingiustificate, basta pretesti. È tempo di lavorare tutti insieme per il bene di tutti, è tempo di cambiare quello che non funziona, è tempo di rispettare gli impegni assunti e lavorare per la città. Andiamo avanti verso una nuova Lecce”.

Nel centrodestra, il primo a commentare è Roberto Marti, fresco del suo passaggio con la Lega di Salvini: per il deputato leccese non ci sarebbe alcuna sorpresa dal responso arrivato ieri dal Consiglio di Stato. “Attenderemo la pronuncia di merito – dichiara - senza far mancare il nostro apporto costruttivo ai lavori dell’amministrazione cittadini, augurandoci che chi governa la città voglia fare qualcosa di più che limitarsi alla propaganda fine a se stessa. L’ordinanza del Consiglio di Stato era prevedibile e, sentiti i legali, anche processualmente corretta poiché la questione va risolta in sede di merito. Certo, non ci si aspettava un’udienza a febbraio e si sperava di avere entro la fine dell’anno una pronuncia che liberasse un Consiglio comunale, pienamente legittimo, dal fardello di 4 pronunce che invece ne dichiarano l’illegittimità”.

“Tuttavia – prosegue -, sebbene fiduciosi che la Sentenza del Tar Lecce sarà confermata, attenderemo la sentenza del Consiglio di Stato con serenità, senza far mancare il nostro apporto, serio e non pregiudiziale, ai lavori dell’amministrazione: assumeremo sino in fondo il nostro ruolo di opposizione all’attuale governo cittadino che sinora si è limitato alla propaganda fine a se stessa”.

Altri articoli di "Politica"
Politica
18/11/2017
La propone il consigliere di Lecce Città Pubblica, Pierpaolo Patti. Ci sarò ...
Politica
17/11/2017
Il capogruppo di Fratelli d'Italia a Palazzo Carafa ...
Politica
17/11/2017
La sottoscrizione avverrà nell’incontro di ...
Politica
16/11/2017
Il deputato Placido riporta all’attenzione del ...
Il ristorante Nazionale di Lecce torna con i suoi live, su progetto di Carolina Bubbico. Giovedì 16 novembre ore ...