Tap, no al progetto in conferenza dei servizi. A Lecce nuovo incontro dei sindaci

lunedì 23 ottobre 2017

Doppio appuntamento nella giornata odierna con diversi no dal territorio al gasdotto nella parte del progetto che riguarda l’allaccio con la rete Snam.

Si è tenuta questa mattina la riunione dei tredici sindaci che avevano sollecitato e ottenuto l’incontro col governo sulla questione Tap, venendo ammessi al tavolo interistituzionale: la riunione di oggi in Provincia, presieduta dal numero uno di Palazzo dei Celestini, Antonio Gabellone, e dal prefetto, Claudio Palomba, era aperta agli amministratori di tutto il territorio e aveva come obiettivo riportare le notizie acquisite nel vertice romano.

Nello specifico, la comunicazione principale riguarda l’indisponibilità del governo a discutere di Tap e dello spostamento dell’approdo, ritenendo l’opera strategica e il sito individuato non modificabile; inoltre, da Palazzo Chigi è emersa, invece, la predisposizione a un tavolo di lavoro sulle altre emergenze ambientali del Salento, con la volontà di tenere una delle riunioni sul territorio.

Condizione per sedersi a discutere col governo, però, sarà non avere veti sul gasdotto: una situazione che mal si concilia con la battaglia del fronte No Tap che, invece, giudica l’opera inutile e dannosa. Il fronte, dunque, dei sindaci potrebbe spaccarsi proprio sulla partecipazione o meno alle trattative, che hanno a che fare anche con la politica dei ristori che le aziende proponenti stanno valutando.

Obiettivo immediato sarà quello di coinvolgere e allargare la partecipazione ad altri sindaci del territorio, per capire se ci sia la volontà di proseguire l’interlocuzione col governo.

A Roma, intanto, nella conferenza dei servizi preliminare, i comuni del territorio interessati dal progetto, eccezion fatta per Brindisi che ha dato parere favorevole, si sono espressi contrariamente sull’opera nel tratto che riguarda la connessione con la rete Snam. Un ulteriore segnale che non lascia spazi di mediazione a chi intende sedersi al tavolo dei ristori. Sorprende, invece, la posizione della Regione Puglia, che ha presentato una relazione tecnica, in cui si chiede, nella sostanza un supplemento di informazioni, e che, quindi, ha preso tempo prima di un parere definitivo. 

Altri articoli di "Politica"
Politica
18/11/2017
La propone il consigliere di Lecce Città Pubblica, Pierpaolo Patti. Ci sarò ...
Politica
17/11/2017
Il capogruppo di Fratelli d'Italia a Palazzo Carafa ...
Politica
17/11/2017
La sottoscrizione avverrà nell’incontro di ...
Politica
16/11/2017
Il deputato Placido riporta all’attenzione del ...
Il ristorante Nazionale di Lecce torna con i suoi live, su progetto di Carolina Bubbico. Giovedì 16 novembre ore ...