Ospedale Galatina, De Pascalis al sindaco: “Risposte concrete per salvarlo”

domenica 22 ottobre 2017

Il capogruppo di opposizione a Palazzo Orsini chiede risposte chiare sul futuro dell’ospedale “Santa Caterina Novella”.

Il capogruppo di opposizione a Palazzo Orsini, Giampiero De Pascalis, chiede al sindaco di Galatina, risposte concrete sul futuro dell’ospedale “Santa Caterina Novella”, dopo la replica ad un’interrogazione urgente sull’incontro che Marcello Amante ha avuto con Giancarlo Ruscitti, direttore del Dipartimento regionale promozione della Salute, del benessere sociale e dello sport per tutti.

De Pascalis ricorda come l’obiettivo di quella richiesta era conoscere le eventuali mosse dall’amministrazione a difesa dell’ospedale e del mantenimento del punto nascita: “Da dichiarazioni del direttore Ruscitti, rilasciate alla stampa – afferma -, abbiamo appreso che è al vaglio della Regione l’ipotesi di mantenere un punto nascita tra Galatina e Copertino. Un punto, questo, su cui ho chiesto informazioni precise, ma il sindaco ha ‘dimenticato’ di rispondere al riguardo limitandosi ad affermare che è in contatto costante con la Regione, con la direzione medica dell’Ospedale, con il direttore del distretto socio-sanitario e con i vertici della Asl di Lecce, per verificare il rispetto dei Livelli Essenziali di Assistenza. Bontà sua”.

“Prendiamo atto – prosegue - di questo impegno, laddove effettivamente venga fatto, ma in questa come per altre questioni – mi duole ribadirlo – il sindaco perde di vista le priorità e gioca una partita sbagliata”. De Pascalis si domanda se il sindaco si sia confrontato con i legali per valutare eventuali azioni da intraprendere, se abbia scritto al Ministero della Salute per segnalare tutto ciò.

“Mi risulta – aggiunge - che il pronto soccorso di Galatina registra un alto numero di accessi di codici gialli e rossi. Qualche giorno fa c’è stata una contemporaneità di quattro pazienti in condizioni critiche che sono stati trattati sulle barelle del 118 perché in pronto soccorso non c’era spazio. Questi sono i problemi sui quali bisogna concretamente discutere con la Regione, in modo propositivo e non con le modalità tipiche di Ponzio Pilato che hanno caratterizzato la passata amministrazione e di cui l’attuale segue la scia. Il sindaco deve essere più serio quando affronta questioni così delicate e importanti per Galatina e non credere che basti utilizzare paroloni e citare istituzioni di importante rilievo per la sanità al solo scopo di nascondere la sua passività”.

 

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
14/07/2018
Il segretario Francesco Perrone, segretario territoriale ...
Sanità
10/07/2018
I tecnici hanno sistemato il guasto che da oltre 24 ore condizionava il servizio di ...
Sanità
09/07/2018
I tecnici sono al lavoro, da questo pomeriggio per ...
Sanità
06/07/2018
Giuseppe Presta, direttore dell’Utin del “Vito ...
Intervista al dottor Nicola Di Renzo, direttore di ematologia e servizio immuno-trasfusionale Asl di Lecce: “La ...
clicca qui