Legge di Bilancio, sit-in dei sindacati a Lecce: “Vogliamo crescita ed equità”

giovedì 12 ottobre 2017

Approda anche a Lecce la giornata di mobilitazione nazionale di Cgil Cisl e Uil per una Legge di bilancio che indirizzi il Paese verso la crescita e l’equità sociale.

Sabato 14 ottobre, alle ore 10, in contemporanea con tutte le province d’Italia, è previsto, presso la Prefettura di Lecce un presidio di lavoratori e pensionati, organizzato dalle segreterie provinciali di Cgil Cisl e Uil, per sostenere le proposte del sindacato confederale in merito a lavoro, giovani, pensioni, contratti e sanità.

“Con la Legge di bilancio – spiegano i tre segretari di Cgil, Cisl, Uil Lecce, Valentina Fragassi, Antonio Nicolì e Salvatore Giannetto” - occorre imprimere al Paese una accelerazione in direzione della crescita, partendo dal rilancio e dal sostegno agli investimenti pubblici e privati, necessari soprattutto nei territori del Mezzogiorno, in infrastrutture ed innovazione”.

Per i sindacati, servono “più risorse e più politiche attive del lavoro dirette all’occupazione giovanile ed a chi nella lunga crisi ha perso il posto di lavoro” e occorre “sospendere il già previsto adeguamento dell’età pensionabile all’aspettativa di vita e riformare tale perverso meccanismo, adeguare le pensioni al costo della vita e introdurre meccanismi di salvaguardia previdenziale per i più giovani e per le donne”.

Inoltre chiedono il rilancio della questione salariale, operando sulla riduzione del prelievo fiscale su lavoro e pensioni, e la discussione della contrattazione, a partire dal rinnovo del contratto dei lavoratori pubblici: “Occorre inoltre – aggiungono - respingere i programmati tagli al sistema sanitario che stanno fortemente intaccando il diritto alle cure e già spingono a non curarsi tante famiglie e tanti anziani”.

Cgil Cisl e Uil si mobilitano a sostegno delle proposte presentate nel confronto con il Governo su queste tematiche, perché già nella Legge di Bilancio siano previsti provvedimenti capaci di imprimere al nostro Paese ed al nostro territorio un impulso nuovo verso la crescita, il lavoro e l’equità sociale.

Cgil Cisl Uil hanno chiesto di essere ricevuti dal Prefetto nel corso della mattinata di sabato per esporre i motivi della protesta e chiedere l’invio di una nota alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

 

Altri articoli di "Politica"
Politica
19/10/2017
Il governo chiude ad ogni ipotesi di riaprire la questione ...
Politica
19/10/2017
Il caso dell’ospedale Ferrari finisce in un pugno di ...
Politica
19/10/2017
L’assessore ai Lavori Pubblici di Lecce, Alessandro ...
Politica
19/10/2017
Il capogruppo di Fratelli d'Italia in consiglio comunale ...
Barista Basic e Latte Art. Iscrizioni aperte ai Corsi di Maestri Caffettieri, scuola di formazione di Valentino ...