Campagna Amica, a Lecce lezione di pigiatura uve dedicata ai più piccoli

domenica 24 settembre 2017
Coldiretti rilancia l'impegno a favore dell'educazione alimentare riservata ai più piccoli: in Puglia oltre il 31% dei minori è obeso.

Una domenica all’insegna dell’educazione alimentare e ambientale per grandi e piccini nei Mercati di Campagna Amica di Lecce, Bari e Vieste. In piazza Bottazzi a Lecce lezioni di pigiatura per i bambini con i due personal trainer Giuseppe Carrozzo e Luigina Sozzo che hanno aiutato i più piccoli nella spremitura di uve negroamaro. Sono prove generali del grande Villaggio di Coldiretti e Campagna Amica che accoglierà migliaia di visitatori dal 29 settembre al 1° ottobre a Milano e toccherà 11 città italiane, tra cui Bari.

“L’attenzione a come si alimentano i ragazzi al di fuori delle mura domestiche – commenta il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele – è un preciso dovere di tutti, a partire dagli enti locali - Comuni, Province e Regioni - delle istituzioni scolastiche che dovrebbero preferire i prodotti tipici e tradizionali non solo per i pranzi somministrati agli alunni, ma anche per i brevi momenti di ristoro, dei pediatri che dovrebbero consigliare, sin dai primi anni di vita dei bambini una corretta alimentazione, magari indirizzando le mamme verso cibi che siano costruiti il meno possibile ‘in laboratorio’, piuttosto in casa. Per aiutare tutto il sistema scolastico e le famiglie ad alimentare al meglio le giovani generazioni, da anni il Progetto di Educazione alla Campagna Amica ha agevolato l’incontro tra i bambini e i prodotti agricoli ‘fatti’ dagli agricoltori. In Puglia negli ultimi 10 anni sono stati coinvolti nel progetto delle masserie didattiche 90mila bambini e 270 scuole.”. 
Secondo il Rapporto Osservasalute 2016 le prevalenze di sovrappeso ed obesità tra i minori aumentano, significativamente, passando dal Nord al Sud del Paese (33,0% al Sud rispetto al 19,7% del Nord-Ovest, al 22,5% del Nord-Est, al 23,8% del Centro e al 24,8% delle Isole), con percentuali particolarmente elevate in Puglia (31,4%).

“L’effetto nefasto di una cattiva alimentazione non è solo l’obesità– insiste il Direttore di Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti -  perché il 35% dei tumori, secondo i dati della Lilt, si sviluppa a seguito di una alimentazione scorretta”.

Coldiretti Puglia auspica la piena condivisione del Presidente della Regione Puglia Emiliano e dell’intero Consiglio Regionale sulla delicata questione ancora aperta del DdL sull’uso dei prodotti agricoli regionali nelle mense pubbliche da approvare in Consiglio regionale, che dovrà prevedere stringenti protocolli di controllo di tutte le fasi dalla produzione alla somministrazione. Vanno date risposte serie e concrete – aggiunge Coldiretti Puglia - all’83 per cento dei genitori pugliesi, convinto che le mense dovrebbero offrire cibi più sani anche per educare le nuove generazioni alla sana e corretta alimentazione e tutelare la salute dei bambini.

Altri articoli di "Economia e lavoro"
Economia e lavoro
18/10/2017
Il progetto presentato in Prefettura a Lecce questa mattina ...
Economia e lavoro
17/10/2017
Dopo la manifestazione il prefetto ha convocato un incontro ...
Economia e lavoro
16/10/2017
I danni ammontano a 180.696.550 milioni, con valori che ...
Economia e lavoro
16/10/2017
Audizione in Regione promossa dal consigliere Sergio Blasi. ...
Barista Basic e Latte Art. Iscrizioni aperte ai Corsi di Maestri Caffettieri, scuola di formazione di Valentino ...