Aumentano le minidiscariche a Lecce, D'Agata: "Installare fototrappole per incastrare gli incivili"

sabato 23 settembre 2017

"E' colpa degli incivili che si ostinano a non fare la differenziata" scrive il presidente dello Sportello dei Diritti, chiedendo l'intervento dell'Amministrazione Comunale per arginare il problema.

L'abbandono incondizionato dei rifiuti continua a rappresentare uno dei problemi più sentiti tra i cittadini leccesi. Basta allontanarsi pochi chilometri dal centro per assistere al triste fenomeno delle "minidiscariche" a cielo aperto.
Secondo Giovanni D'Agata, presidente dello Sportello dei diritti, il problema è in parte da imputarsi alla raccolta differenziata porta a porta: se infatti da una parte 
era una necessità indifferibile per arginare il problema dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani, d'altro canto ha messo alle strette gli incivili che si ostinano a non differenziare, costringendoli ad abbandonare i propri scarti sulle strade.

"Nella zona tra via Enrico Ameri e via Luigi Scrimieri, a due passi dallo Stadio, per svariate centinaia di metri è possibile verificare visivamente ai margini delle due strade la presenza di cumuli di rifiuti di ogni tipo, dall’immondizia “residenziale”, alle gomme,  mobilio in disuso, frigoriferi e chi più ne ha più ne metta, che nel corso del tempo sono stati oggetto di incendi che hanno reso l’aria irrespirabile per centinaia di metri. - scrive D'Agata - Una situazione di degrado non più tollerabile per il decoro pubblico e per l’igiene urbana, che dev’essere prontamente risolta da parte del Comune di Lecce con un intervento immediato di rimozione dei rifiuti e l’installazione di fototrappole per identificare prontamente e sanzionare coloro che gettano i rifiuti."

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
19/09/2018
I pm titolari dell'inchiesta hanno chiesto un aggravamento delle misure cautaleri nei ...
Cronaca
19/09/2018
Il giovane è stato fermato ad un posto di blocco dai ...
Cronaca
19/09/2018
E' accaduto a Gallipoli dove la pensionata si trovava per ...
Cronaca
19/09/2018
L'episodio è avvenuto pochi minuti fa alla fine di via Taranto. Paura pochi ...
Pesce crudo: ecco come mangiare un sushi sicuro evitando vibriosi e il colera. Il mese scorso ha destato scalpore la ...
clicca qui