Oltre 80mila articoli contraffatti in un appartamento del centro: maxi sequestro a Lecce

sabato 23 settembre 2017

Nel corso dell'operazione sono stati denunciati all'autorità giudiziaria due senegalesi, ritenuti responsabili del traffico dei prodotti.

Borse, scarpe, vestiti e accessori, tutti rigorosamente falsi. Maxi sequestro della guradia di finanza la scorsa notte a Lecce. Circa 80mila articoli contraffatti sono stati sequestrati da un'abitazione situata nel pieno centro di Lecce. Le fiamme gialle dopo un attento servizio di osservazione hanno infatti individuato u
n opificio illegale e abusivo gestito da senegalesi.

Tutti gli articoli nascosti nell'abitazione, che riportavano marchi contraffatti di famose case di moda, erano pronti per essere immessi sul mercato durante la prossima stagione invernale.

Gli agenti avevano notato un costante andirivieni di clienti dall'appartamento, dal quale uscivano con buste colme di merce. Dopo i primi riscontri eseguiti nei giorni scorsi, nella notte tra il 21 e il 22 settembre, è scattata la perquisizione.

I militari operanti hanno proceduto al sequestro penale di tutta la merce rinvenuta, denunciando alla locale autorità giudiziaria due senegalesi, uno dei quali denunciato anche per resistenza a pubblico ufficiale.

Sono in corso approfondimenti per risalire alla intera filiera del falso al fine di contrastare l’immissione in commercio di prodotti oltre che contraffatti, non rispondenti agli standard di qualita’ e sicurezza previsti dalle disposizioni e quindi rappresentativi di una fonte di pericolo e di un potenziale danno per la salute e la sicurezza pubblica.

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
19/09/2018
L’esponente del Pd, coinvolto nell’inchiesta ...
Cronaca
19/09/2018
Il giovane è stato fermato ad un posto di blocco dai ...
Cronaca
19/09/2018
Dal bollettino medico dell’Asl Lecce, nonostante la ...
Cronaca
19/09/2018
I pm titolari dell'inchiesta hanno chiesto un aggravamento delle misure cautaleri nei ...
Pesce crudo: ecco come mangiare un sushi sicuro evitando vibriosi e il colera. Il mese scorso ha destato scalpore la ...
clicca qui