Sicurezza, gli occhi digitali sulla città: attivata rete di videosorveglianza

venerdì 22 settembre 2017

Attivato il sistema di videosorveglianza con il quale l’amministrazione di Nardò intende rafforzare in maniera decisiva le politiche per la sicurezza urbana.

Da qualche settimana è in rete il sistema di videosorveglianza con il quale l’amministrazione comunale di Nardò, attraverso il proprio comando di Polizia Locale guidato da Cosimo Tarantino, intende rafforzare in maniera decisiva le politiche per la sicurezza urbana, la tutela del patrimonio pubblico, la prevenzione e repressione mirata delle attività illecite, nonché la vigilanza del centro urbano e delle aree monumentali. Il sistema consente la visione delle immagini da remoto presso il comando di Polizia Locale (dove ha sede la centrale operativa che registra in tempo reale) e con un semplice collegamento internet anche dalle altre forze dell’ordine.

Le postazione attive sono 28 e sono attive nei siti di piazza Sant’Antonio, piazza Biblioteca, piazza Salandra, piazza Pio XI,  piazza Calvario, via Rosario, piazza Umberto I,  sede comunale di via Falcone e Borsellino (ex tribunale), sede comunale di piazza Cesare Battisti (castello), comando Polizia Locale di via Crispi, piazza Cesare Battisti, piazza Diaz, incrocio semaforizzato tra via Roma e via Napoli, incrocio semaforizzato tra via Secchi e via Bonfante, incrocio semaforizzato tra via Napoli e via Volta, incrocio semaforizzato tra via Madonna di Costantinopoli e via Avetrana. Si tratta di siti strategici, zone “sensibili” della città per il valore del patrimonio pubblico o perché particolarmente affollate, pienamente rispondenti alle finalità istituzionali dell’opera.

“È una novità fondamentale per la città e per la nostra azione quotidiana sulla sicurezza e il monitoraggio dei siti sensibili - commenta con grande soddisfazione l’assessore alla Polizia Locale Ettore Tollemeto - considerato che un sistema in rete di “occhi digitali” con postazioni remote rappresenta un insostituibile contributo alla nostra Polizia Locale e alle altre forze dell’ordine per la tutela del patrimonio artistico e culturale. Direi che il bisogno di sicurezza e di tranquillità dei cittadini rispetto alle attività illecite, ai vandali, a chi rappresenta una minaccia per i beni pubblici e le persone, oggi ha un alleato fondamentale. Il supporto del cosiddetto “grande fratello”, del resto, è prezioso in tutti i centri urbani, le aree monumentali, le zone più delicate e fragili delle nostre città”.

“La videosorveglianza - commenta il consigliere con delega alla Sicurezza Augusto Greco - ci permette finalmente di disporre di una risorsa efficacissima per il contrasto agli episodi illeciti e agli atti di vandalismo. In attesa che maturi il senso collettivo del bene comune e il bisogno di difendere tutti quanti quello che abbiamo, ci sentiamo un po’ più al sicuro e senza dubbio con una prospettiva migliore per la nostra qualità della vita”.

“Il nostro centro storico, i monumenti, le piazze e le strade del borgo - spiega il consigliere con delega al centro storico Cesare Dell’Angelo Custode - compongono un contesto delicatissimo che ha bisogno del rispetto di tutti e di una tutela che passa anche dalla videosorveglianza. Preservare la bellezza del borgo antico è il primo ineludibile presupposto per rilanciarlo”.

immagine repertorio. 

                                                        

 

 

 

Altri articoli di "Politica"
Politica
18/10/2017
Due rappresentanti dei sindaci, presenti all’incontro ...
Politica
17/10/2017
Il Tar di Lecce rende note le motivazioni per le quali ha ...
Politica
17/10/2017
Incontro odierno a Palazzo Adorno tra il presidente di ...
Politica
17/10/2017
Il consigliere comunale parla di “pericolosa deriva ...
Barista Basic e Latte Art. Iscrizioni aperte ai Corsi di Maestri Caffettieri, scuola di formazione di Valentino ...