Un'associazione per aiutare i più deboli in ricordo di Noemi, l'iniziativa a Specchia

giovedì 21 settembre 2017
L'iniziativa della professoressa Agnese Maisto, insegnante di Noemi e amica di famiglia della 16enne di Specchia. 

Una raccolta fondi e un sogno nel cassetto: realizzare un centro per aiutare persone in difficoltà dedicato a Noemi. L'iniziativa è di Agnese Maisto, professoressa di Noemi Durini all'Istituto “Don Tonino Bello” di Alessano e amica di famiglia della 16enne di Specchia uccisa dal fidanzato reo confesso.
I soldi raccolti serviranno a sostenere la madre di Noemi nelle spese legali: “Non abbiamo ascoltato il suo grido d'aiuto, ora non la lasceremo sola - ha detto la professoressa Maisto che ha lanciato un appello: “No al rancore, all'odio e a qualsiasi forma di violenza. Questi sentimenti non appartenevano a Noemi che aveva sempre un sorriso e una parola di conforto per chi vive situazioni difficili”.
Da qui l'idea di dare sostegno alle fasce deboli e dimenticate della società attraverso un centro o un ente in ricordo di Noemi. 
Altri articoli di "Solidarietà"
Solidarietà
18/09/2018
La generosità dei cittadini scorranesi a sostegno ...
Solidarietà
16/09/2018
La Terrazza “Tutti al mare” di San Foca ...
Solidarietà
14/09/2018
Ad Otranto, domenica prossima un banchetto per raccogliere ...
Solidarietà
05/09/2018
Una spiaggia attrezzata per chi è affetto da ...
Pesce crudo: ecco come mangiare un sushi sicuro evitando vibriosi e il colera. Il mese scorso ha destato scalpore la ...
clicca qui