Fermo del 17enne, il gip: "Non ha sensi di colpa e potrebbe fuggire"

martedì 19 settembre 2017
L'assassino di Noemi soffrirebbe di "un'organizzazione borderline di personalità".

“Il 17enne non ha sensi di colpa e potrebbe fuggire”. Il gip nella convalida del fermo per l'assassino di Noemi Durini riporta nelle motivazioni la relazione neuropsichiatrica del dipartimento di salute mentale della Asl di Lecce redatto lo scorso 14 settembre: il giovane soffrirebbe di “un'organizzazione borderline di personalità con capacità intellettive al limite". 

Inoltre nel decreto di convalida del fermo il gip si sofferma sul rischio che il 17enne possa tentare di allontanarsi: c'è la possibilità che "egli non rimanga coerente in quel suo atteggiamento rispetto alla vicenda e si renda irreperibile magari anche per cercare di risolvere a suo modo la situazione di totale avversione sociale che avverte nei confronti suoi e della sua famiglia". Intanto il giovane è stato trasferito nel carcere minorile di Bari e presto raggiungerà un'altra struttura in un'altra regione italiana.
In giornata si attende l'esito dell'autopsia sul corpo della 16enne che sarà eseguito dal medico legale Roberto Vaglio.


 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
21/02/2018
Le indagini dei carabinieri della Compagnia di Casarano ...
Cronaca
20/02/2018
Due soggetti, col volto travisato e armati di pistola, sono ...
Cronaca
20/02/2018
Antonio Rizzato, Gianluca Albanese e Cristian Alfarano sono ...
Da oggi i clienti di Banca Popolare Pugliese possono sottoscrivere i fondi Valori Responsabili di Etica Sgr. Banca ...