Spaccio in villa e in casa, due arresti a Cavallino e Melissano

giovedì 14 settembre 2017
Operazione antidroga dei carabinieri di Cavallino e Melissano. In manette due giovani trovati con dosi di cocaina. 

Un insolito viavai di tossicodipendenti nei pressi della villa comunale di Cavallino ha insospettito i carabinieri che hanno individuato ed arrestato il pusher. Si tratta di Christian Greco, trovato in possesso di contanti e 21 grammi di cocaina.

Dopo alcuni controlli ed un’attenta osservazione dell’area i militari hanno individuato il giovane dopo i continui contatti con i tossicodipendenti che giungevano all’interno della villa.  Dopo aver osservato una presunta cessione di sostanza stupefacente i carabinieri, con un’azione congiunta tra il Nucleo Operativo e Radiomobile e le Stazioni Carabinieri di Lizzanello e Cavallino, sono intervenuti fermando il venditore, trovato in possesso di circa 21 grammi di cocaina suddivisa in un’ottantina di piccolissime dosi, destinate proprio allo spaccio “al minuto” insieme a circa 100 euro provento dell’attività di spaccio. Nello stesso contesto i carabinieri, dopo un breve inseguimento a piedi hanno anche fermato una donna, che aveva poco prima acquistato lo stupefacente. Durante il tentativo di fuga la donna ha anche estratto dalla borsa una pistola giocattolo allo scopo di intimidire i militari intervenuti. Al termine delle operazioni la donna è stata segnalata alla Prefettura quale assuntrice di stupefacenti e sarà denunciata per la detenzione di una pistola giocattolo priva di tappo rosso. Lo spacciatore è stato tratto in arresto e collocato agli arresti domiciliari presso la sua abitazione a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

Dei movimenti sospetti nei pressi dell'abitazione di un 20enne incensurato hanno fatto scattare il blitz dei carabinieri di Melissano. I militari hanno effettuato una perquisizione domiciliare e personale a carico di Alessio Cugino: sopra all’armadio della camera da letto del giovane sono spuntate 55 dosi di cocaina per complessivi 27 grammi. Sotto sequestro anche diverso materiale plastico utilizzato per il confezionamento delle dosi, 40 euro in banconote di piccolo taglio ritenute provento illecito dell’attività di spaccio e una cartuccia cal. 308 Winchester illegalmente detenuta.

In accordo con il pm di turno della Procura della Repubblica di Lecce, Stefania Maria Mininni, il 20enne è stato arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di munizioni. A seguito delle operazioni di rito il giovane è stato condotto presso il carcere “Borgo San Nicola” di Lecce.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
23/09/2017
"E' colpa degli incivili che si ostinano a non ...
Cronaca
23/09/2017
Nel corso dell'operazione sono stati denunciati ...
Cronaca
23/09/2017
L'incidente intorno alle 22 di giovedì sera poco prima dell'innesto per la ...
Cronaca
22/09/2017
La pm del tribunale dei minori ha disposto una nuova ...
Nuovo sportello nel complesso universitario di via Monteroni. Nell’ambito della collaborazione tra ...