“Premio Fabula” a Mabasta: nuovo riconoscimento per il progetto contro il bullismo

giovedì 14 settembre 2017
I ragazzi del Galilei-Costa di Lecce premiati la scorsa settimana a Bellizzi, in provincia di Salerno da Alessandro Siani. Tra gli ospiti anche Paolo Ruffini, Giobbe Covatta e Federico Buffa.

Centonovante giovani creativi, 10 menzioni speciali, 2 premi speciali, 1 vincitrice. E tra questi, i ragazzi di Mabasta, del Galilei-Costa di Lecce. Nuovo riconoscimento per i brillanti studenti del movimento antibullismo nato nel Salento.
Una miriade di ragazze e ragazzi, una piazza gremita di pubblico, un susseguirsi senza fine di ospiti di altissimo livello, dieci menzioni speciali, due premi speciali e una vincitrice assoluta sono stati i numeri dell’ottava edizione del prestigioso “Premio Fabula” che ha avuto luogo la settimana scorsa a Bellizzi, in provincia di Salerno.

E, nella serata finale - 
presieduta dal famoso regista e attore Alessandro Siani, reduce dalla Mostra di Venezia dove il suo film “Mister felicità” ha vinto il Premio Kinéo, Diamanti al Cinema come “Migliore film commedia” - ad aggiudicarsi il Premio Fabula 2017 è stata Rosalinda Buonavoglia con il racconto “La volpe e il coniglio”. Due, invece, i premi speciali assegnati: uno a Erich Fasolino, Maggiore dell’Arma dei Carabinieri e comandante della Compagnia di Battipaglia; l’altro ai ragazzi di MaBasta associazione contro il bullismo nata da un’idea degli studenti dell’Istituto “Galilei – Costa” di Lecce che insieme a giovani e giovanissimi hanno deciso di girare l’Italia per spingere le vittime a denunciare e far comprendere ai bulli che le loro azioni possono avere ripercussioni gravissime nelle vite di chi non ha la forza di affrontarli per venirne fuori.

Queste le dieci menzioni speciali: Simona Santarpino con “Se potessi…”; Anna Laura Manzione con “Il piccolo albero e il vecchio bastone”; Gabriele Capodanno con “L’incanto della Minerva”; Giulia Basso con “Il campeggio degli orsi”; Karola D’Andrea con “Viaggio nella cultura dei giochi”; Mariarosaria Apicella con “Un club multiculturale”; Desirè Terenziano con “Basta inquinare, bisogna rispettare”; Anna Bellomo con “Mai giudicare un libro dalla copertina”; Francesco Monaco con “L’amicizia oltre la diversità”; Andrea Carmine Schiavo con “Dalle stalle alle…stelle!”.

«Il mio rapporto con le favole è molto stretta – ha dichiarato Alessandro Siani – e lo testimoniano i miei film. Le favole, visti i tempi non meravigliosi che viviamo, sono l’unico strumento che abbiamo per immaginare. Il massimo è riuscire a mantenere i piedi a terra e la testa fra le nuvole: avere, cioè, consapevolezza di quello che succede senza perdere la fantasia. Voglio ringraziare il Premio Fabula e tutti i ragazzi che mi hanno accolto perché mi hanno testimoniato che c’è ancora voglia di fare qualcosa di vero e di bello che guardi realmente ai giovani.»

«Chiudiamo un’edizione straordinaria. – ha commentato il direttore artistico Andrea Volpe - È stata un crescendo di emozioni. Ciò che, più di ogni altra cosa, ci spinge a perseverare è il sorriso dei nostri giovani creativi. Le loro opere, la loro fantasia e creatività e soprattutto la voglia di confrontarsi, imparare, capire e crescere sono la miglior gratificazione a cui potessimo aspirare. Centinaia di favole, fiabe e racconti arrivati, 200 ragazzi tutti i giorni a Bellizzi per una settimana, l’enorme calore del pubblico e il prezioso contributo di ospiti e sponsor. Grazie a tutti, questa è davvero una storia dal gran finale.»

Il Premio Fabula è un’iniziativa culturale nata nel 2010 nella città di Bellizzi, in provincia di Salerno, da un’idea di Andrea Volpe – conduttore ed autore radiofonico e televisivo – allo scopo di stimolare la creatività dei ragazzi attraverso la scrittura. L’obiettivo primario è dare ai ragazzi l’opportunità di riappropriarsi del momento creativo e di farlo lontano dalla tecnologia, facendo leva sulla loro innata creatività e sulla valorizzazione dei contesti d’appartenenza sia da un punto di vista sia geografico che sociale. Arricchiscono questa mission altri due importanti elementi: la valorizzazione delle eccellenze del territorio ed in particolare delle professioni che l’aiutano a crescere ed a svilupparsi e la voglia di accendere i riflettori su chi fa spettacolo e cultura nel nostro Paese. Il tutto per fornire ai giovani esempi sani e punti di riferimento.

Qualche link utile:
Premio Fabula: www.premiofabula.it
Sito Mabasta: www.mabasta.org
Pagina FB: www.facebook.com/mabasta.bullismo 
Altri articoli di "Società"
Società
21/11/2017
Arrivano i contributi regionali destinati agli inquilini ...
Società
21/11/2017
Il Comune ha confermato la concessione d'uso gratuito di un ...
Società
21/11/2017
Ricordato anche il 76° Anniversario della “Battaglia di Culqualber” e ...
Il ristorante Nazionale di Lecce torna con i suoi live, su progetto di Carolina Bubbico. Giovedì 16 novembre ore ...