Impianti termici, al via la campagna di dichiarazione: le indicazioni di Nuova Salento Energia

mercoledì 13 settembre 2017
Ecco come e cosa fare per mettersi a norma e provvedere con le dichiarazioni. La Provincia di Lecce affida l'incarico a Nuova Salento Energia.

La Provincia di Lecce e Nuova Salento Energia informano i cittadini e le cittadine che dal 1° settembre ha preso il via la campagna di dichiarazione aperta degli impianti termici ricadenti nel territorio di competenza del Comune di Lecce. La scadenza è fissata per il 31 dicembre 2017
Come previsto dalla Legge Regionale
del 5 dicembre 2016 n. 36, infatti, tutti gli impianti destinati alla climatizzazione estiva ed invernale degli ambienti, con o senza produzione di acqua calda per usi igienici e sanitari, sono soggetti a dichiarazione.
In particolare, sono compresi:

· gli impianti che provvedono alla produzione centralizzata di acqua calda sanitaria;

· gli impianti di climatizzazione a pompa di calore nel caso in cui la somma complessiva delle potenze delle apparecchiature installate nella medesima unità immobiliare sia superiore a 4 kW o nel caso di macchine solo freddo ≥ 12 kW;

· le pompe di calore singole di potenza ≥ 15kW (si dovranno considerare impianti separati e dichiararli separatamente);

· le macchine solo freddo singole di potenza ≥ 12kW (si dovranno considerare impianti separati e dichiararli separatamente);

· gli apparecchi fissi quali stufe, caminetti, apparecchi per il riscaldamento localizzato ad energia radiante qualora la somma delle potenze nominali del focolare degli apparecchi al servizio della singola unità immobiliare sia ≥15kW.

Il Responsabile d’impianto termico (occupante/proprietario/amministratore condominio, ecc) provvederà, per il tramite di un manutentore di fiducia iscritto nell’elenco delle ditte autorizzate all’utilizzo dei bollini, alla trasmissione telematica a Nuova Salento Energia s.r.l. di un rapporto di controllo, relativo all’impianto di cui è responsabile, recante data compresa tra il 01/01/2017 ed il 31/12/2017, corredato del relativo bollino.

Nel caso di impianto disattivato (privo, cioè, di parti essenziali senza le quali lo stesso non può funzionare), il Responsabile dell’impianto provvederà, con le stesse modalità, a far trasmettere il rapporto di controllo contenente la descrizione modalità di disattivazione, corredato di bollino rosso.

L’importo del bollino è riportato nella seguente tabella riepilogativa:

Tipologia impianto

Importo

Impianti con potenzialità < 35 kW

€ 20,00

Impianti con potenzialità ≥ 35 kW e < 116 kW

€ 40,00

Impianti con potenzialità ≥ 116 kW e < 350 kW

€ 80,00

Impianti con potenzialità ≥ 350 kW

€ 160,00

Il mancato adempimento comporterà l’applicazione dei previsti oneri di ispezione e sanzioni (art. 17 CDP 56/2012 e art. 8 L.R. 36/2016).

“A decorrere dal 01.01.2018, la Provincia di Lecce, per il tramite della Nuova Salento Energia s.r.l., avvierà l’attività di ispezione e controllo, con addebito del relativo onere, per tutti gli impianti non dichiarati secondo le modalità sopra descritte.  Per tutto quanto non riportato nel presente avviso, si richiamano le vigenti disposizioni di legge e regolamentari in materia”.

Altri articoli di "Informazioni utili"
Informazioni util..
20/09/2017
Qualche disagio sarà registrato ad Otranto, nella ...
Informazioni util..
20/09/2017
Acquedotto Pugliese sta effettuando interventi per il miglioramento del servizio. I ...
Informazioni util..
19/09/2017
Acquedotto Pugliese sta effettuando interventi per il ...
Informazioni util..
17/09/2017
Acquedotto Pugliese sta effettuando interventi per il ...
Nuovo sportello nel complesso universitario di via Monteroni. Nell’ambito della collaborazione tra ...