Danni e allagamenti a Maglie, Toma: “Chiederemo lo stato di calamità”

mercoledì 13 settembre 2017

L’amministrazione pronta a raccogliere un dossier dei danni da inviare in Regione.

Pronta la richiesta di risarcimento danni per lo stato di calamità. Lo comunica il sindaco di Maglie, Ernesto Toma, dopo gli allagamenti provocati dalla bomba d'acqua che ha investito il Salento centrale tra venerdì e lunedì scorso.

“La mole dell'evento meteorologico -sottolinea Toma- è stata di proporzioni inimmaginabili. Maglie non è stata la sola a risentirne e, come è noto, sono stati colpiti numerosi Comuni con altrettanti disagi e problematiche diffuse. In questa fase cerchiamo quanto più è possibile, tramite l'ufficio Tecnico ed il Comando della Polizia Locale, di accogliere le istanze e le segnalazioni dei cittadini che sono stati particolarmente danneggiati»

Il sindaco chiederà lo stato di calamità: “Assieme all'assessore all'urbanistica, abbiamo scritto alla Regione, chiedendo di attivare rapidamente lo stato di emergenza e calamità. Sarà cura dei nostri uffici trasmettere la quantificazione dei danni causati, in maniera tale da agevolare le procedure che possano portare ad un congruo risarcimento degli stessi”.

 

Altri articoli di "Politica"
Politica
20/02/2018
È l’ex sindaco Paolo Perrone a chiarire lo ...
Politica
20/02/2018
Il sindaco ha avviato l'iter che porterà alla ...
Politica
20/02/2018
Posizioni già diverse dentro il centrodestra con ...
Politica
20/02/2018
La candidata per il Popolo della Famiglia rilancia ...
Dal 22 al 24 febbraio presso l'ex convento degli Agostiniani, la Città di Otranto sarà presente con un ...