Puglia tra le regioni più amate dai turisti ma l'accoglienza è bocciata

venerdì 8 settembre 2017

I dati di Demoskopika presentati in anteprima a Lecce hanno analizzato la reputazione di tutte le regioni italiane sul web.

La Puglia tra le regioni più amate dai vacanzieri ma la qualità dell'accoglienza è ancora troppo scarsa. Sono i dati che emergono dal report nazionale realizzato da Demoskopika sulla reputazione turistica on line delle regioni italiane.

I dati sono stati illustrati in una conferenza stampa questa mattina presso il teatrino dell’Ex Convitto Palmieri, in Piazzetta Carducci a Lecce alla presenza dell'assessore all' Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia Loredana Capone. Le indagini hanno preso in considerazione alcuni indicatori, ritenuti “sensibili” quali la visibilità e l’interesse dei portali turistici istituzionali regionali e il loro social appeal presso gli stakeholder, la popolarità, la fiducia e le tendenze di ciascuna destinazione turistica regionale nel complesso e, infine, la reputazione del sistema ricettivo. È stato pertanto creato uno stimatore ad hoc, il Regional Tourism Reputation Index (RTR), in grado di prospettare, il più fedelmente possibile, gli andamenti aggiornati degli orientamenti, dei comportamenti e delle richieste di informazioni online da parte degli utenti del web, turisti potenziali e reali.

Dall'analisi è emerso che la Puglia è in alto nella classifica del gradimento sul mondo del web, piazzandosi tra le prime dieci regioni in Italia ma la valutazione delle strutture è ancora bassa: sul portale di prenotazioni on-line Booking è ultima.


“Questo dato ci conferma che bisogna ancora innalzare la qualità dei servizi dell’ospitalità – ha commentato Loredana Capone - Pugliapromozione ha già avviato un progetto con Travel Appeal proprio sulle strutture ricettive e la loro reputazione sul web che consente di monitorare la soddisfazione dei turisti clienti e di aiutare gli operatori ad avere consapevolezza dell’arma a doppio taglio che è il web e della necessità di adeguare servizi e prezzi. Con questo strumento potremo lavorare insieme, pubblico e imprese turistiche, per migliorare la qualità dell’offerta”.“

Altri articoli di "Turismo"
Turismo
15/06/2018
L’episodio sarebbe avvenuto venerdì ed ...
Turismo
13/06/2018
Conferma per il volo Brindisi Zurigo di SWISS: dal prossimo 28 ottobre diventa ...
Turismo
05/06/2018
L’amministrazione ha ottenuto di essere inserita ...
Turismo
05/06/2018
Dal 18 giugno al 9 settembre treni no stop per le principali mete turistiche del ...
Il primario di Cardiochirurgia al “Vito Fazzi” Casali: “Col Dea crescita ulteriore della ...
clicca qui