Comunità ospitanti itinerari francigeni: Salvemini presidente dell'associazione

mercoledì 6 settembre 2017

Eletto il direttivo dell’associazione: il presidente sarà il sindaco di Lecce.

L’associazione "Le comunità ospitanti degli itinerari delle vie Francigene della Puglia meridionale", nata per promuovere e valorizzare l’antico cammino pugliese da Brindisi a Santa Maria di Leuca, ha eletto all’unanimità il sindaco di Lecce Carlo Salvemini nel ruolo di presidente. Il progetto, di cui Arci Lecce è tra i soggetti promotori insieme all'Università del Salento, l'associazione Via Francigena Pugliese, Rete Civica e Fondazione Moschettini, ha coinvolto 20 Comuni e diverse associazioni interessati dall’attraversamento del percorso.  

La nomina del primo Consiglio direttivo è avvenuta questa mattina presso l’Open Space del Comune di Lecce, alla presenza dei delegati degli enti comunali e delle associazioni che lo scorso 20 luglio a Otranto avevano dato il via libera alla costituzione dell’associazione pubblico-privata "Le comunità ospitanti degli itinerari delle vie Francigene della Puglia meridionale". Come rappresentanti dei Comuni sono stati eletti Rossano Urso, vicesindaco del comune di Minervino, e Antonia Rizzello, vicesindaca del comune di Andrano; per le associazioni invece i rappresentanti saranno Giorgia Santoro (Sibilla) e Fabio Mitrotti (Il Giunco).

“So che questo è il nuovo passo di un cammino già lungo che è stato svolto dal Comitato Promotore. Oggi poniamo le basi per una sfida ulteriore, che è altamente motivante. Il recupero dei cammini francigeni rappresenta un’ambizione culturale che nei territori nei quali è stata da più tempo avviata ha portato anche a una crescita e a una diversificazione degli itinerari turistici. Questo sarà il nostro impegno”, ha dichiarato il sindaco Carlo Salvemini durante la conferenza stampa.

Il lavoro del Comitato ha avuto inizio poco più di un anno fa, con l’obiettivo di rispondere alle esigenze di coloro, viaggiatori e pellegrini, che vogliono intraprendere il cammino della via Francigena da Brindisi a Leuca, potendo così trovare sul loro percorso un’adeguata segnaletica, una comunità ospitale e ospitante, dei servizi standard su tutto il territorio interessato, oltre a promuovere e valorizzare i siti di interesse storico-artistico-archeologico presenti.

Ed è proprio sui contenuti e i servizi da promuovere che si è soffermata la professoressa Anna Trono: “Il territorio deve acquisire consapevolezza e puntare su un turismo di qualità che rispecchi la sua stessa natura”. Un progetto a cui ha creduto fortemente anche Anna Caputo, presidente di Arci Lecce, tra i soggetti promotori: “Il nostro augurio è che tutti i Comuni e le associazioni coinvolte diventino il tramite per un’accoglienza diffusa, fatta dal basso, dove la comunità ospitante possa diventare il punto di riferimento per pellegrini e viaggiatori”.

Gli auguri di buon lavoro sono arrivati anche dall’onorevole Salvatore Capone, componente dell’intergruppo parlamentare “Via Francigena”, presente alla conferenza stampa. 

Altri articoli di "Società"
Società
21/09/2017
Il Comune ha promosso un "car free day" per venerdì 22 settembre, ...
Società
21/09/2017
Con Arci, sabato 23 settembre arriva nel Salento il ...
Società
20/09/2017
La decisione del sindaco Carlo Salvemini, in attesa che ...
Società
19/09/2017
La Camera civile di Lecce, attraverso il presidente ...
Nuovo sportello nel complesso universitario di via Monteroni. Nell’ambito della collaborazione tra ...