Trivelle in mare, ministero autorizza nuova ricerca in Adriatico

mercoledì 6 settembre 2017
Il via libera riguarda un tratto di mare tra le province di Bari e Brindisi. 


Dopo quella al largo di Leuca, il ministero dell'Ambiente ha approvato le prospezioni per la ricerca di idrocarburi in un'altra area del mare pugliese. La richiesta di autorizzazione che ha avuto il via libera riguarda un tratto di mare che si trova tra le province di Bari e Brindisi, non distante in linea d'aria da Polignano.
La richiesta è stata avanzata dalla società australiana Global Petroleum Limited che conta di avviare le ricerche di petrolio in mare in quattro aree contigue, di cui, per ora, solo una ha ottenuto il decreto di compatibilità ambientale. Le ricerche verranno effettuate anche in questo caso con lan tecnica dell' “air gun”, delle scosse sismiche che consentono di scovare la presenza di idrocarburi nel sottosuolo.
Il via libera del ministero contiene una serie di prescrizioni che riguardano il monitoraggio della presenza di mammiferi marini ed eventuali reperti archeologici. 
Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
19/01/2018
Appuntamento domani con l’iniziativa di pulizie straordinarie congiunte che mette ...
Ambiente
14/01/2018
Proseguono gli interventi dell’iniziativa promossa ...
Ambiente
11/01/2018
Finanziato il progetto di Porto Cesareo dalla Regione ...
Ambiente
10/01/2018
Lo comunica l’assessorato alla Polizia municipale ...
L'azienda, guidata da Edoardo Quarta, sarà a Rimini in rappresentanza dell'eccellenza salentina. Il team ...