Cgil in piazza per il lavoro: a Lecce tre giorni di musica e dibattiti

mercoledì 6 settembre 2017
Dal 15 al 17 settembre, in piazza Sant'Oronzo, la IV edizione delle “Giornate del lavoro”. Tra gli ospiti, Bandabardò, Roberto Vecchioni, Alla Bua e Ritmo Binario. Incontro dibattito con Susanna Camusso.

Tornano a settembre, per il secondo anno consecutivo a Lecce, le Giornate del Lavoro, la grande manifestazione organizzata dalla CGIL con al centro i temi del lavoro, dei diritti e delle grandi trasformazioni sociali ed economiche.

"Il futuro del lavoro dopo l'era della disintermediazione" è il titolo scelto per l'edizione 2017, la quarta dopo quelle di Rimini, Firenze e appunto Lecce.  Le tre giornate ospiteranno incontri e dibattiti con ospiti del mondo politico e sindacale, in una cornice di musica e ospiti importanti.

Sul grande palco di Piazza Sant’Oronzo il 15 settembre, alle ore 21:30, sarà il turino di Bandabardò. Il 16, stessa ora, spazio alal voce del cantautorato italiano con Roberto Vecchioni. Nell'ultima giornata, il 17, in scena poi Alla Bua e Ritmo Binario in concerto.
Nel pomeriggio del 17 settembre si terrà, sempre in piazza S. Oronzo, l’intervista pubblica di Ferruccio de Bortoli al Segretario Generale della CGIL Susanna Camusso.
Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito.

I concerti della IV edizione de "Le Giornate del Lavoro" sono organizzati da iCompany.

Bandabardò - Con i suoi oltre 1200 concerti e 23 anni di attività la Bandabardò può dirsi a buon diritto una delle live band più vitali in Italia. I loro concerti sono feste straripanti d’affetto: il pubblico vi partecipa numero-sissimo, cantando infaticabile ogni canzone, duettando continuamente con gli artisti sul palco, senza perdersi un solo verso, in uno scambio d’intesa che non smette mai di sorprendere la Banda stessa.

Roberto Vecchioni - Non ha bisogno di presentazioni il grande cantautore milanese, autore tra i più importan-ti della musica italiana, dagli anni ‘ 70 ad oggi ha scritto brani come Samarcanda, Stranamore, Luci a San Siro. A novembre 2016 ha pubblicato il suo ultimo album “ Canzoni per i figli”. Vecchioni è anche autore di libri e saggi.

Alla Bua - Gli Alla Bua nascono dalle esperienze più tradizionali della cultura musicale salentina. Si sono formati inizialmente tra le ronde della storica festa di San Rocco a Torrepaduli, nelle notti itineranti del canto pasquale di Santu Lazzaru, nelle tipiche feste delle curti fatte di vino, voci spiegate e incessabili tamburelli. Tra questi suoni tipici del Salento si sono uniti i sei componenti del gruppo: Gigi Toma (voce e tamburello), Irene Toma (oboe e voce), Fiore Maggiulli (tamburello e voce), Francesco Coluccia (fisarmonica), Michele Calogiuri (violino), Dario Marti (chitarra e voce).

Ritmo Binario - "Ritmo Binario" nasce a Carmiano (LE) nel 2013 ai bordi di una linea ferroviaria, quella che conduce al Casello della Cupa, luogo in cui la band ha preso forma. Da qui il nome del gruppo, a cui si associa un altro significato: tecnicamente, tale ritmo, basato su due accenti (uno forte e uno debole), veniva suonato dallo strumento principe della pizzica: il tamburello. Ma il progetto, che ha per protagonisti 8 ragazzi legati dalla passione per la musica, si fonda sull’ idea di contaminare il genere musicale a capo della tradizione salentina, la pizzica appunto, riproponendo in chiave contemporanea i grandi classici della musica popolare.

Altri articoli di "Redazionali"
Redazionali
20/09/2017
Nuovo sportello nel complesso universitario di via Monteroni. Nell’ambito della ...
Redazionali
19/09/2017
Ecco tutti i vincitori delle varie categorie per la gara ...
Redazionali
17/09/2017
Un intenso programma con ospiti al centro del dibattito ...
Redazionali
16/09/2017
Appuntamento questa sera in piazza Sant'Oronzo per il ...
Nuovo sportello nel complesso universitario di via Monteroni. Nell’ambito della collaborazione tra ...