Ritardo nell'approvazione del piano coste comunale: interrogazione in Regione

martedì 5 settembre 2017

Ritardo nell’approvazione definitiva del piano comunale delle coste di Porto Cesareo: una interrogazione di Abaterusso in consiglio regionale.

Ernesto Abaterusso scrive ai consiglieri di minoranza di Porto Cesareo per esprimere vicinanza rispetto alla lettera indirizzata al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, in cui hanno chiesto di valutare la possibilità di nominare un Commissario ad Acta per il Piano Comunale delle Coste del comune salentino a causa della mancata approvazione definitiva del P.C.C., al palo da 11 mesi.

Abaterusso ha inoltre depositato questa mattina in Consiglio regionale un’interrogazione urgente per chiedere al Presidente Emiliano e all’Assessore al ramo quali iniziative la Regione intenda assumere per disciplinare e monitorare il rilascio delle concessioni demaniali marittime che, nelle more dell’adozione da parte dei comuni dei Piani Comunali delle Coste, non trovano rispondenza e rispetto nella disciplina individuata nel Piano Regionale delle Coste. E ancora Abaterusso si chiede quali iniziative la Regione intenda assumere nei confronti dell’inerzia del Comune di Porto Cesareo, al fine di scongiurare il protrarsi di una soluzione di illegittimità oltre che di ingiusto privilegio per pochi e se, nell’esercizio dei suoi poteri, non intenda diffidare il Comune di Porto Cesareo ad approvare nei termini di legge il Piano Comunale delle Coste ed in mancanza, sussistendone i presupposti di legge, procedere alla nomina di un Commissario ad Acta.

“Una richiesta – precisa - che ritengo lecita dato che, nonostante le numerose sollecitazioni, ad oggi non si hanno ancora chiari tempi e modi di approvazione definitiva del P.C.C. del comune salentino. Sarebbe inaccettabile se il lavoro serio e condiviso fatto fino ad oggi venisse insabbiato a causa di ragioni ben poco comprensibili o, peggio ancora, da atteggiamenti che nascono da una conoscenza superficiale della strategicità di questo strumento”.

“Auspico – conclude - pertanto una rapida risposta da parte del Governo regionale perché ritengo preoccupante il ritardo accumulato fino ad ora e ancor più preoccupante e grave sarebbe la mancata approvazione di questo piano che rappresenta uno strumento strategico di pianificazione, gestione, controllo e monitoraggio del territorio costiero per regolare le attività e gli interventi lungo la costa”.

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
22/09/2017
Nel parco agricolo dei Paduli dal 23 al 1° ottobre. ...
Ambiente
21/09/2017
La decisione è stata comunicata con una nota, ...
Ambiente
21/09/2017
La decisione presa dalla Giunta comunale dopo le ...
Ambiente
21/09/2017
Il Comune ha promosso un "car free day" per venerdì 22 settembre, ...
Nuovo sportello nel complesso universitario di via Monteroni. Nell’ambito della collaborazione tra ...