Incastrato con le gambe tra gli scogli: morto un sub a Sant'Isidoro

domenica 20 agosto 2017
La guardia costiera ha individuato il corpo dell'uomo tra Sant'Isidoro e Torre Inserraglio.

È morto mentre era impegnato in un'uscita di pesca subaquea. N.A., di Nardò, ma residente a Fiorano Modenese, non aveva fatto rientro a casa e l'allarme è scattato questa mattina alle prime luci dell'alba. Dopo la segnalazione al numero di emergenza 1530, due motovedette della guardia costiera hanno controllato il tratto di mare che l'uomo era solito frequentare, tra Sant'Isidoro e Torre Inserraglio. 

L'apneista è quindi stato individuato in acqua, con indosso muta, pinne e maschera da sub, e con le gambe incastrate in una fessura tra gli scogli. Alcuni militari della guardia costiera si sono portati a ridosso della scogliera e congiuntamente al personale del 118 nel frattempo giunto sul posto, hanno proveduto a liberare il corpo e ad adagiarlo sulla scogliera per l’avvio delle procedure mediche previste dal protocollo sanitario.
Alle ore 08.47 il personale medico del 118 non ha potuto fare altro che certificare il decesso dell'uomo. La salma è ora a disposizione dell'Autorità Giudiziaria per chiarire le cause della morte.
Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
21/09/2017
Per il presidente Melcarne del Consorzio Dop Terra ...
Cronaca
21/09/2017
Il rogo avrebbe cause accidentali. Sul posto i vigili del fuoco di Veglie. ...
Cronaca
21/09/2017
Un'auto è stata ripresa dalle telecamere all'alba del 3 settembre sulla SS ...
Cronaca
21/09/2017
La decisione del giudice di pace ha accolto il ricorso di ...
Nuovo sportello nel complesso universitario di via Monteroni. Nell’ambito della collaborazione tra ...