Di Piazza-show, poi i giallorossi si buttano via. Rimonta Pordenone e addio Coppa

domenica 13 agosto 2017
Clamorosa debacle del Lecce, che in vantaggio di due gol si è dovuto arrendere ai supplementari.

Quando il sogno di raggiungere dopo anni il quarto turno di Tim Cup sembrava ormai ad un passo, il Lecce ha visto sfumati i suoi sogni al cospetto di un mai arrendevole e ricco di qualità Pordenone, capace di rimontare dinanzi al proprio pubblico e battere i giallorossi per 3-2. Sopra di due reti fino a pochi minuti dal termine, Lepore e compagni non hanno saputo sfruttare i colpi dello scatenato Di Piazza, pagando le lacune difensive e uscendo clamorosamente sconfitti già nei novanta minuti dopo aver fatto vedere ottime cose nel resto del match, mancando più volte il colpo del ko. Saranno dunque i friulani a disputare il turno successivo in casa del Cagliari.

L’avvio dei giallorossi era stato di quelli da incorniciare, con il gol del vantaggio arrivato dopo soli sette minuti: Di Piazza è perfetto nel trasformare in oro il lancio da applausi di Arrigoni che aveva scavalcato la difesa, infilando un incolpevole Perilli. Dopo lo 0-1 e nonostante il pressing neroverde, fatto di possesso palla più che di azioni da rete, sono stati ancora i ragazzi di Rizzo a farsi vedere davanti con il solito Di Piazza, a un passo dal bis a tu per tu con l’estremo locale. Raddoppio giunto, sempre ad opera dell’ex Foggia, al secondo minuto della ripresa, quando il bomber siciliano è lesto nel girare in rete un suggerimento di Lepore. Al decimo acuto pordenonese targato Ciurria, il cui colpo di testa sbatte sul palo. Stesso esito alla mezz’ora per il contropiede di Caturano, fermato dal montante. A meno di un quarto d’ora dal termine, quando il sogno di andare ancora avanti in Coppa sembrava concretizzarsi, l’inaspettata rimonta del Pordenone. Al minuto trentatré Raffini batte Perucchini con un destro dal limite, cinque giri di lancette dopo Burrai trasforma il rigore procurato da Ciurria e, in conclusione, Parodi incorna di testa nel primo minuto di recupero sfruttando l’ennesimo errore di posizionamento della difesa giallorossa, perfetta fino a metà ripresa.

Per Rizzo c’è ancora tutto il tempo di aggiustare le cose in vista del prossimo impegno ufficiale, ovvero la prima giornata di campionato in programma il 26 agosto, a Brindisi, con la Virtus Francavilla.

***

Pordenone, stadio “Ottavio Bottecchia”
sabato 12.08.2017 ore 20.30
Tim Cup 2017/18 – 3° turno eliminatorio

PORDENONE-LECCE 3-2
RETI: 7′ e 46′ Di Piazza (L), 79′ Raffini (P), 83′ rig. Burrai (P), 90′ Parodi (P)

PORDENONE (4-3-2-1): Perilli; Formiconi, Stefani, Parodi, De Agostini; Misuraca, Burrai, Lulli (78′ Raffini); Buratto (53′ Pietribiasi), Ciurria (92′ Boniotti); Gerardi. A disp.: Meneghetti, Boniotti, Pellegrini, Silvestro, Pietribiasi, Facchinutti. Allenatore: Colucci.

LECCE (4-3-3): Perucchini; Ciancio, Cosenza, Marino, Di Matteo (75′ Durdi); Lepore, Arrigoni (90′ Tsonev), Mancosu; Di Piazza (67′ Megelaitis), Caturano, Torromino. A disp.: Chironi, Vicino, Riccardi, Valeri, Monaco. Allenatore: Rizzo.

ARBITRO: Daniele Chiffi di Padova (Scatragli di Arezzo-Pagliardini di Arezzo)

NOTE: serata umida, temperatura 25°, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Misuraca, De Agostini (P), Perucchini, Di Piazza (L). Espulsi: nessuno. Recupero: 2’pt, 4’st. Il Pordenone accede al quarto turno.

Altri articoli di "Calcio"
Calcio
15/08/2017
Il vice presidente giallorosso ha apprezzato la prova dei ...
Calcio
12/08/2017
Questa sera la sfida valida per il terzo turno. Mister Rizzo dovrà ffare a meno di ...
Calcio
11/08/2017
Si parte il 27 agosto. Alla seconda giornata ...
Calcio
11/08/2017
Limitazioni, divieti e prescrizioni a salvaguardia della ...
Il ristorante pizzeria Colapeppi, a Calimera, propone un altro giovedì di divertimento e buon cibo tra balli di ...