Xylella, anche in Ungheria controlli alle frontiere a causa del patogeno

domenica 6 agosto 2017

A luglio e agosto ordinati controlli fitosanitari dei bagagli per i viaggiatori di ritorno e gli stranieri presso gli aeroporti.

Anche l’Ungheria è preoccupata dal “male oscuro” della Xylella fastidiosa, ritenendola una grave minaccia per la propria flora. Ed è per questo che la distribuzione delle piante naturali, prodotti a base di erbe, la produzione professionale e il commercio sono stati posti sotto stretto controllo fitosanitario. In particolare, la Xylella fastidiosa rappresenterebbe un rischio per il tasso di crescita del paese costituendo una grave minaccia per i vigneti e alberi da frutta e quindi l’agricoltura. Per ridurre al minimo il rischio a luglio e agosto sono stati quindi introdotti controlli fitosanitari sui bagagli per i cittadini che ritornano e i viaggiatori stranieri che fanno ingresso presso gli aeroporti. “Insomma, dopo l’appello di Helen Mirren ai colleghi di Hollywood, continua a tenere banco il problema - rileva Giovanni D'Agata, presidente dello Sportello dei Diritti -, quale fenomeno transnazionale che non è più sottovalutato.

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
17/08/2017
Nell’ambito de “I venerdì dell’orto”, appuntamento domani, ...
Ambiente
16/08/2017
L’ex assessore attacca l’amministrazione ...
Ambiente
12/08/2017
Progetto e finanziamento in tempi record a Nardò. ...
Ambiente
11/08/2017
Dal Comune di Nardò fanno sapere della sospensione ...
Il ristorante pizzeria Colapeppi, a Calimera, propone un altro giovedì di divertimento e buon cibo tra balli di ...