Meduse giganti nelle nostre acque: l'allarme dell'Università del Salento

venerdì 21 luglio 2017

Anche quest'anno la possibilità di trovare delle meduse giganti nei nostri mari è molto concreto. A dirlo è lo studio "Occhio alla medusa", realizzato dell'Università del Salento in collaborazione con "Marevivo". 

Il progetto di ricerca si basa anche sulle segnalazioni dei cittadini, che in questi ultimi anni si sono moltiplicate esponenzialmente. Uno dei motivi fondamentali del proliferare di queste specie molto grandi di medusa è sicuramente il clima. Il riscaldamento delle acque del Mediterraneo ha fatto sì che alcune specie tropicali trovassero vicino alle nostre coste un habitat a loro congeniale.

Un altra causa scatenante è l'eccessivo sfruttamento delle risorse ittiche da parte dell'uomo. Così facendo ecosistema e catena alimentare hanno subito delle importanti modifiche. 

Le specie che stanno trovando "casa" nei nostri mari sono la 'pelagia’, molto urticante, la ‘velella’ in acque profonde, oppure ‘aurelia’ e tante ‘rhizostoma’, quelle bianche col bordino blu. I bagnanti, soprattutto dopo le forti mareggiate, sono avvisati.

Altri articoli di "Università"
Università
19/09/2017
Il quotidiano americano dedica un articolo alla ricerca di ...
Università
29/08/2017
Venerdì 1° settembre Francesco Laforgia, ...
Università
14/08/2017
Da alcune ore il sito web è blindato da un attacco ...
Università
20/07/2017
Pubblicato bando “Interventi per il miglioramento dei ...
Nuovo sportello nel complesso universitario di via Monteroni. Nell’ambito della collaborazione tra ...