Meduse giganti nelle nostre acque: l'allarme dell'Università del Salento

venerdì 21 luglio 2017

Anche quest'anno la possibilità di trovare delle meduse giganti nei nostri mari è molto concreto. A dirlo è lo studio "Occhio alla medusa", realizzato dell'Università del Salento in collaborazione con "Marevivo". 

Il progetto di ricerca si basa anche sulle segnalazioni dei cittadini, che in questi ultimi anni si sono moltiplicate esponenzialmente. Uno dei motivi fondamentali del proliferare di queste specie molto grandi di medusa è sicuramente il clima. Il riscaldamento delle acque del Mediterraneo ha fatto sì che alcune specie tropicali trovassero vicino alle nostre coste un habitat a loro congeniale.

Un altra causa scatenante è l'eccessivo sfruttamento delle risorse ittiche da parte dell'uomo. Così facendo ecosistema e catena alimentare hanno subito delle importanti modifiche. 

Le specie che stanno trovando "casa" nei nostri mari sono la 'pelagia’, molto urticante, la ‘velella’ in acque profonde, oppure ‘aurelia’ e tante ‘rhizostoma’, quelle bianche col bordino blu. I bagnanti, soprattutto dopo le forti mareggiate, sono avvisati.

Altri articoli di "Università"
Università
15/11/2017
Il maltempo ha causato danni ad Ecotekne. La denuncia del sindacato studentesco ...
Università
10/11/2017
Mercoledì 29 Novembre, Aula Ferrari - Codacci ...
Università
06/11/2017
Primo incontro giovedì 9 novembre in aula Ferrari, ...
Università
03/11/2017
Il mollusco vive nel Mediterraneo ed è oggetto di ...
Il ristorante Nazionale di Lecce torna con i suoi live, su progetto di Carolina Bubbico. Giovedì 16 novembre ore ...