Xylella, arriva il sensore low-cost per individuare gli ulivi infetti

mercoledì 19 luglio 2017
Lo strumento tecnologico è stato messo a punto dai ricercatori del CMCC e prsentato ieri durante il convegno organizzato da Coldiretti.

Un sensore a basso costo per individuare in modo tempestivo le piante attaccatte da Xylella. Il nuovo strumento tecnologico è stato presentato ieri nel corso del convegno “Lotta alla Xylella: le prospettive della ricerca”, organizzato da Coldiretti al MUST di Lecce. Il sensore, del costo di circa 80 euro, è stato messo a punto dal team di ricerca del Professor Riccardo Valentini, fisico, esponente del Comitato Strategico della Fondazione CMCC e sarà installato nei prossimi mesi sugli olivi salentini. “Già testati in altri progetti di ricerca, per esempio in Russia - spiega Valentini - i sensori messi a punto dai ricercatori CMCC permetteranno di misurare il trasporto idrico all’interno della pianta, l’umidità del fusto, e le variazioni nella colorazione delle foglie: per la precisione, la misura delle caratteristiche spettrali delle foglie. In questo modo sarà possibile monitorare lo stato di salute delle piante e intervenire tempestivamente, fra l’altro utilizzando una tecnologia all’avanguardia e a basso costo”.

“Ormai sappiamo che a causare la malattia degli olivi è il batterio Xf - continua Valentini -ma anche la sindrome del disseccamento rapido dell’olivo risente del problema globale dei cambiamenti climatici. I cambiamenti climatici sono ormai una realtà, riguardano tutti noi e hanno delle implicazioni importanti per i nostri ecosistemi. Gli alberi ne risentono molto (può sembrare un’ovvietà, ma gli alberi, a differenza degli animali, non si muovono e non possono immediatamente spostarsi alla ricerca di condizioni più favorevoli). In condizioni di stress idrico dovuto a particolari condizioni climatiche, le difese di una pianta s’indeboliscono: se osserviamo la mappa della mortalità delle piante nel mondo, possiamo osservare che negli ultimi decenni è andata aumentando. Anche qui in Salento, in condizioni di stress, le piante di olivo risulteranno più suscettibili a Xf”.

Altri articoli di "Lecce"
Lecce
19/07/2018
E' in corso il sequestro dei beni nei confronti dei 3 ...
Lecce
19/07/2018
Il ministro all’agricoltura in visita in Puglia e sul ...
Lecce
19/07/2018
La denuncia da parte della Guardia dell’Ambiente ...
Lecce
19/07/2018
Sospeso l’affidamento in prova ai servizi sociali per ...
Allergie, evitare le tragedie attraverso la consapevolezza. L'allergologo Minelli: "Smettiamo di dire che le ...
clicca qui