Guerra agli sporcaccioni nel territorio di Melendugno: pizzicati a decine con le "videotrappole"

giovedì 13 luglio 2017
Nel territorio di Melendugno è guerra senza quartiere agli sporcaccioni. La "mission" del comandante Nahi: punire i colpevoli e prevenire i reati ambientali.

Non hanno scampo gli sporcaccioni nel territorio di Melendugno. A vigilare sulle marine ed il centro abitato, oltre agli occhi del personale in divisa, da qualche tempo ci sono anche le videotrappole. Posizionate in punti caldi, segnalati appositamente dai responsabili della raccolta dei rifiuti urbani al comando della polizia locale, e in continuo spostamento, pizzicano gli sporcaccioni di turno, poi oggetto di sanzioni.

A portare avanti questa "crociata" è il comandante Antonio Nahi, della Polizia Locale, che dimostra di avere obiettivi chiari e determinazione da vendere: "Non permetteremo che il territorio diventi una pattumiera" spiega "e faremo tutto ciò che è nelle nostre possibilità per far rispettare la legge e l'ambiente".

Armato quindi di volenteroso personale, abituato a straordinari e ritmi frenetici, si prende la briga di identificare tutti coloro i quali gettano rifiuti per strada, in barba alle leggi. Grazie al materiale video, targhe alla mano, risale ai proprietari, che dovranno poi fare i conti con le relative sanzioni. Un lavoro certosino, che fruisce anche della tecnologia, ma non senza difficoltà, vista l'enorme massa di persone che arriva nelle marine durante la stagione turistica.

Non solo rifiuti, comunque, visto che sotto la lente ci sono anche il parcheggio selvaggio e l'accessibilità delle spiagge: "Non possiamo riuscire a controllare tutto" spiega "ma andiamo anche oltre le nostre possibilità pur di rendere un buon servizio".

Una lamentela da parte del veemente comandante però c'è, e riguarda l'entità delle multe: "Troppo leggere" spiega. "Salvo aggravanti - penali o reati che ricadono nelle violazioni delle leggi regionali o provinciali - per le sanzioni amministrative arriviamo al massimo a comminare multe fino a 500 euro, lì dove i multati siano recidivi".

Sotto il solleone, fervono dunque le attività della municiapale a Melendugno, testimoniate anche da tanto di foto sulla pagina Facebook Il comandante risponde. Finora, grazie ai primi rilievi, sono state emanati 31 verbali. Altri 20 sono in partenza. Ma è sicuro che, di questo passo, il bilancio sarà anche maggiore. Sporcaccioni avvisati. 
Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
19/09/2017
Tocca ora alla Regione Puglia valutare il da farsi: nelle ...
Ambiente
19/09/2017
Il Comitato fitosanitario Ue farà cadere il divieto ...
Ambiente
19/09/2017
Avviata la selezione per l'assunzione di nuovi agenti fitosanitari per il monitoraggio ...
Ambiente
18/09/2017
Il primo cittadino annuncia la volontà di proseguire ...
Nuovo sportello nel complesso universitario di via Monteroni. Nell’ambito della collaborazione tra ...