Centro trasfusionale del "Fazzi", domani la visita del sindaco Salvemini

martedì 11 luglio 2017

Il primo cittadino sarà nel reparto di Ematologia per incontrare il primario Di Renzo e conoscere lo stato degli approvvigionamenti di sangue derivanti dalle donazioni. Congedo: “Lodevole iniziativa, ma visiti altri reparti”.

Carlo Salvemini in visita al Centro trasfusionale del Vito Fazzi di Lecce: domani alle 10 il sindaco incontrerà Nicola di Renzo, primario del reparto di Ematologia. La visita avrà il fine di accertare lo stato degli approvvigionamenti di sangue derivanti dalle donazioni in un momento dell'anno durante il quale l'utenza potenziale dei reparti ospedalieri si moltiplica e con essa il fabbisogno di sangue necessario per il corretto funzionamento delle sale operatorie.

L'incontro sarà l'occasione per rivolgere alla cittadinanza un appello alla donazione, testimoniando la sensibilità dell'amministrazione comunale al tema. Più volte all'anno, infatti, l'autoemoteca del centro stazione nei pressi di Palazzo Carafa, consentendo ai dipendenti dell'Ente di donare il sangue.

Sull’iniziativa annunciata dal primo cittadino, arriva il commento di Erio Congedo, consigliere regionale di Fratelli d’Italia: “Lodevole l'iniziativa del sindaco Carlo Salvemini, che domani sarà in visita al Centro trasfusionale del reparto di ematologia del Vito Fazzi. L'auspicio, però, è che il primo cittadino colga l'occasione per visitare anche il resto dell'ospedale; scoprirà che versa in uno stato a dir poco drammatico: pronto soccorso al collasso, reparti in affanno, carenze di personale medico e infermieristico, un nuovo padiglione che è cantiere da tempo immemore, livelli di assistenza garantiti solo grazie all'abnegazione e alla professionalità degli operatori, caos organizzativo, naturale conseguenza di una pianificazione sanitaria inefficiente e dell’assenza di un piano sanitario degno di questo nome”.

“Si faccia – aggiunge - portavoce ed interceda nelle sedi del governo regionale, dunque, segnalando al presidente Emiliano tutti i disagi che conta il più grande ospedale del Salento: arrivi dove, sfortunatamente, non è riuscito ad arrivare né il centrodestra regionale né l'amministrazione uscente. La speranza è che il neo-sindaco possa avere più fortuna”.

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
25/07/2017
Da 20 giorni di ritardo del marzo 2016 ai 6 di anticipo del ...
Sanità
25/07/2017
Aumentano gli accessi al Pronto soccorso del ...
Sanità
24/07/2017
I distretti di Poggiardo e Maglie avranno i Day Servici ...
Sanità
24/07/2017
Minori e giovani a rischio, Protocollo d’intesa tra Dipartimento Dipendenze ...
Tutto è più semplice seguendo questi piccoli trucchi per organizzare una festa a tema perfetta. Non vi ...