Furto di documenti e mancanza di personale: chiuso l’ufficio tecnico magliese

lunedì 10 luglio 2017

La decisione di chiudere il ricevimento in via Ferramosca, è temporanea e resterà in vigore fino al prossimo 24 luglio.

Crisi all’interno dell’ufficio tecnico magliese di via Ferramosca. Lo denunciano i consiglieri Francesco Chirilli, Antonio Giannuzzi, Mario Andreano, Sabrina Balena e Antonio Izzo dopo la decisione dell’amministrazione di chiudere l’attività dello sportello per venti giorni, dal 5 luglio scorso al 24 luglio. “La ragione di questa scelta -spiegano i rappresentanti della minoranza - risiede nel progressivo impoverimento del personale a causa dei trasferimenti avvenuti di recente o per malattia. L’ufficio magliese, nonostante la piena disponibilità dimostrata dai due tecnici laureati, temporaneamente trasferiti in mobilità, è in uno stato di paralisi che preclude la partecipazione ai bandi regionali di prossima scadenza per il finanziamento di importanti opere pubbliche, impossibilità di rendere spediti i lavori pubblici in corso di esecuzione e dare esauriente e tempestiva esecuzione alle richieste che vengono rivolte dall’utenza privata”.

Come se non bastasse, nei giorni scorsi c’è stata la denuncia del furto di importanti documenti in formato elettronico sottratti dall’ufficio di un dirigente.

“I recenti dissapori all’interno della maggioranza -sottolineano i consiglieri- impediscono agli amministratori di dare soluzioni tempestive e condivise alle emergenze che affliggono, ormai in forma strutturale, l’intera struttura comunale, in particolare nei servizi verso il pubblico. Il tutto nella totale assenza di informazione del Consiglio comunale, delle commissioni e delle consulte”.

I consiglieri chiedono infine di avere “chiarezza sui costi e sulla qualità dei servizi resi oltre al mancato rinnovo con appalto dei contratti scaduti da tempo, un nuovo piano organico del personale in servizio presso il Comune che privilegi competenze e disponibilità già ampiamente dimostrate in tempi passati. L’auspicio è che arrivi un pronto segnale di inversione di rotta per arginare il dilagante disagio che l’opinione pubblica è costretta a subire”.

Altri articoli di "Società"
Società
24/09/2017
L’annullamento è stato annunciato pochi minuti ...
Società
24/09/2017
L’impianto è su via XX Settembre, a Nardò, eroga acqua a un costo ...
Società
23/09/2017
Nuova settimana di controlli per il servizio operativo ...
Società
23/09/2017
Si chiama Chiara De Carlo la 25enne salentina, youth ...
Nuovo sportello nel complesso universitario di via Monteroni. Nell’ambito della collaborazione tra ...