Viaggio nell'azienda Nuova Colì: terracotte, passione e tradizione fin dal 1650

lunedì 3 luglio 2017
E' Cutrofiano il regno salentino delle terracotte. Ed è proprio qui che ha visto la luce, nel lontano 1650, l'azienda oramai conosciuta ben oltre i confini nazionali: la Nuova Colì. 
L'atelier dell'azienda Nuova Colì è difatti un vero e proprio viaggio nella tradizione della terracotta, in cui l'arte antica della lavorazione al tornio mostra le molteplici declinazioni di cui sono capaci le sapienti mani degli artisti artigiani. Una storia, ed un'azienda, lunga centinaia di anni, che – come loro stessi amano raccontare - “ha il profumo della tradizione, di un passato che sa di mani umide e sporche di creta che lavorano instancabili al tornio”. Le mani da principio furono quelle di Andrea Colì che, come dimostrano i ritrovamenti, già nella metà del 1600 svolgeva la sua attività di artigiano produttore di vasi in creta.

Una tradizione secolare raccolta oggi da Ferdinando Colì, conosciuto da tutti come Antonio, che ha trasferito saperi e passioni ai suoi tre figli: Loreta, Luigi e Tommaso. Oggi l'azienda, senza mai trascurare quelle terracotte diventate simbolo per l'intero territorio salentino, si rinnova, alla ricerca continua di nuove linee che facciano il paio con il gusto contemporaneo. Grazie al connubio tra architetti e artigiani, nascono così veri e propri oggetti di design, che andranno ad ornare le antiche dimore del Salento, proponendo un armonioso incontro tra tradizione e innovazione.

La storia del Salento fa infatti il paio  proprio con l'antica arte della terracotta, nata proprio a Cutrofiano perché serba nel suo ventre un prezioso patrimonio in argilla adesso trascurato. Ormai gli artigiani nonostante l'immensa ricchezza del sottosuolo, sono costretti ad acquistare altrove la materia prima, capace di plasmarsi sotto le mani esperte in veri e propri capolavori.

Nell'enorme laboratorio l'argilla diventa materia plasmabile, per poi essere cotta, decorata con smalti senza piombo, e cotta nuovamente negli enormi forni, in origine a legna ora alimentati a metano

Gli artigiani artisti lavorano il tornio, trasformando apparentemente con semplicità la materia inerte in piccole opere d'arte. Tra loro anche il maestro Antonio Colì, che non rinuncia a “sporcarsi le mani” per dare forma alla materia, creando vasi, i tradizionali cippi, coppe e piatti, che poi regaleranno bellezze alle case di tutto il mondo.

La terracotta di Cutrofiano, famosa ben oltre confine, arriva difatti ovunque, anche ben oltre i confini regionali. Il lavoro non manca mai, mancano invece giovani artigiani che vogliano imparare l'antico mestiere.

Una passione che si rinnova da secoli e che non accenna a svanire. Un'arte pregna di significati e simboli, a partire dai tradizionali decori diventati una bandiera del Salento.

L'azienda Nuova Colì è sulla strada provinciale 49 per Corigliano d’Otranto, a Cutrofiano.
Visita il sito

Altri articoli di "Redazionali"
Redazionali
18/07/2017
Tutto è più semplice seguendo questi piccoli trucchi per organizzare una ...
Redazionali
14/07/2017
Splash mette a disposizione, fino ad esaurimento, omaggi ...
Redazionali
12/07/2017
“Eco Summer, Estate con Monteco”: nelle marine ...
Redazionali
10/07/2017
Il comitato: "Ancora un grande successo, ma sforzi ...
Tutto è più semplice seguendo questi piccoli trucchi per organizzare una festa a tema perfetta. Non vi ...