“Cinque vele” nel Salento: confermate Otranto e Melendugno. La sorpresa è Castro

venerdì 16 giugno 2017

Presentato il volume “Il mare più bello”, il meglio del mare e dei laghi in Italia realizzato da Legambiente e Touring Club Italiano.

Legambiente e Touring Club Italiano hanno presentato “Il mare più bello”, la nuova Guida blu, il meglio del mare e dei laghi in Italia: luoghi che garantiscono una vacanza indimenticabile e che riescono a sopravvivere alla crisi, perché la qualità italiana è un prodotto che non conosce flessioni.

Tre i riconoscimenti per il Salento: Otranto, Melendugno e la new entry, Castro. In cima alla classifica delle località marine, svetta Domus de Maria grazie soprattutto all’impegno per la tutela e la valorizzazione del paesaggio naturale e alla cura dedicata all’educazione ambientale e ai beni archeologici; subito dopo troviamo Pollica, la perla del Cilento e capitale mondiale della dieta mediterranea, e Castiglione della Pescaia, che continua a perseguire coerentemente la strada del turismo ambientale e della mobilità sostenibile.

La classifica prosegue poi con le località di Posada, Santa Marina Salina, San Vito Lo Capo, Vernazza, Maratea, Capalbio, Otranto, Polignano a Mare, Bosa, Melendugno, Camerota, Baunei, quindi le new entry della classifica del mare più bello 2016, Castro e Santa Teresa di Gallura, e poi Roccella Jonica.

Il mare più bello, guida blu 2016, racconta oltre 300 centri costieri, ma non pretende di essere un censimento delle aree balneari italiane, piuttosto ne rappresenta una selezione, in base a criteri principalmente ispirati alla qualità dell’ambiente in generale e alla buona gestione del territorio. La selezione delle località, curata come ogni anno dall’Istituto di ricerca Ambiente Italia, contempla le valutazioni espresse sulla base delle analisi delle acque effettuate da Goletta Verde, i dati raccolti dai circoli locali di Legambiente e quelli elaborati da diverse banche dati sulla gestione dei servizi territoriali e turistici

Oltre a un eccezionale e riconosciuto pregio naturalistico, i centri possono vantare una buona gestione del territorio, servizi d'eccellenza, manutenzione dei centri storici, offerta enogastronomica di alto livello e altro ancora.

Ecco le motivazioni per i centri salentini:

Otranto. Il Centro di Educazione Ambientale del Comune ha realizzato un Laboratorio attrezzato di stereoscopi ed uno speciale sistema ad altissima risoluzione per osservare fossili ed esemplari della flora e della fauna. È stato completato il recupero del Faro di Palascìa che è ora il fulcro di innumerevoli percorsi di trekking, snorkeling, nordic walking, cicloturismo ed osservazioni astronomiche e naturalistiche a servizio dell’utenza locale e turistica. Incentivata l’istituzione dell’Area Marina Protetta al fine di favorire un accordo con aziende private che sponsorizzino il programma di ascolto dei cetacei e del fondale marino attraverso gli idrofoni.

Melendugno). La città sta attuando una serie di interventi tra i quali la riqualificazione dei paesaggi costieri, la tutela delle pinete litorali esistenti, la cura del patrimonio storico nell’area archeologica di Roca Vecchia, la conservazione delle grotte marine, il recupero totale del villaggio di Roca Nuova e dei centri storici di Melendugno e della frazione di Borgagne ed il recupero delle acque reflue in falda attraverso un sistema di fitodepurazione. Ed ancora, l'installazione di ecocompattatori, la bonifica di una vecchia discarica trasformata in un Green Park, il potenziamento di piste ciclabili e del "Mare in Bus", l’incentivazione della raccolta differenziata e la realizzazione di impianti fotovoltaici. Lodevole l’iniziativa de “La terrazza sul male”, il primo lido a totale fruizione per i malati di SLA.

Castro. Il comune ha proceduto all’efficientamento energetico di diversi edifici pubblici ed ha realizzato un impianto geotermico. Sono stati effettuati lavori di consolidamento e messa in sicurezza del costone roccioso nell'area portuale, di potenziamento alla viabilità e di rigenerazione urbana del centro storico. È stata acquistata una navetta per diversamente abili e sono stati realizzati il Museo Civico Archeologico ed il Parco Belvedere. Ritrovata, nel Parco archeologico, una statua di Minerva. Il Comune ha aderito alla campagna “eternit free” ed ha installato la casa dell'acqua ed un piccolo ecocompattatore in un edificio scolastico.

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
22/10/2017
Domani due appuntamenti in contemporanea tra Roma e Lecce, ...
Ambiente
20/10/2017
La decisione ieri a Bruxelles. Coldiretti: "Ora si ...
Ambiente
20/10/2017
Uno studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Istituto di scienze ...
Ambiente
20/10/2017
Presa di posizione di "Valori e Rinnovamento" per ...
Sabato 28 e domenica 29 ottobre nella zona industriale open house di Salento Crane & Logistic: per provare e ...