Viale Giovanni Paolo II, una fiaccolata per Zaira Palumbo e per chiedere più sicurezza

mercoledì 31 maggio 2017
Appuntamento domani sera nei pressi della scuola dove la giovane mamma fu investita. 

Una fiaccolata per ricordare il sacrificio di Zaira Palumbo, e chiedere interventi di messa in sicurezza immediata di viale Giovanni Paolo II. L'iniziativa è partita da un gruppo di cittadini, appartenenti alla zona Stadio di Lecce e da Don Antonio Murrone della chiesa San Massimiliano Kolbe. La fiaccolata partirà domani 1 giugno dal plesso I.C. Stomeo-Zimbalo di viale Roma alle 20 fino al luogo dell' incidente e sarà dedicata alla memoria della giovane mamma morta investita per salvare il figlio e di tutte le vittime di incidenti stradali avvenuti in viale Papà Giovanni Paolo II e in tutte le strade.

La fiaccolata è nata per “non dimenticare queste vite spezzate, per sensibilizzare i conducenti di automobili e di qualsiasi mezzo ad essere coscienziosi alla guida perché capiscano che la vita umana non vale quanto una risposta ad un cellulare che squilla o altra futile distrazione – scrive don Antonio Murrone - si prenda atto che via Giovanni Paolo II necessita di interventi immediati per garantire la sicurezza dell'attraversamento pedonale, in quanto strada urbana, con qualsiasi mezzo efficace anche se poco economico per garantire agli studenti ed ai lori genitori, la sicurezza stradale nei pressi di tutte le scuole, soprattutto quelle frequentate da bambini, perché i bambini non si devono solo obbligare ad andare a scuola ma anche tutelare dentro e fuori gli istituti”.

 

Altri articoli di "Solidarietà"
Solidarietà
19/05/2018
 Appuntamento domani presso il poligono privato ...
Solidarietà
26/04/2018
Con l'Us Lecce “Tutti al mare!”:durante la ...
Solidarietà
26/04/2018
Iniziativa a favore dell'associazione “Cuore e ...
Solidarietà
22/04/2018
Cartellone di eventi dal 29 aprile al 27 maggio. Il ricavato della prima data sarà ...
L'asma colpisce di più a causa dell'inquinamento. I consigli dello pneumologo Silvio Stomeo. Mancanza o ...
clicca qui