Aqp, interventi a Nardò: servizio idrico sospeso per 4 ore

lunedì 29 maggio 2017

Acquedotto Pugliese sta effettuando interventi per il miglioramento del servizio nell’abitato di Nardò.

I lavori riguardano il riattamento e risanamento igienico strutturale dell’impianto elevatore idrico ad autoclave ubicato alla zone residenziale di via Kennedy. Per consentire l’esecuzione dei lavori, sarà necessario sospendere, temporaneamente la normale erogazione idrica il giorno 31 maggio 2017. La sospensione avrà la durata di 4 ore, a partire dalle 9 con ripristino alle ore 13 ed interesserà le vie: Via Fiume, via Bologna, via Foggia, via Nazioni Unite, via Tasso, via J.F. Kennedy, Via Papa Giovanni XXIII e via Luzzati.

Disagi saranno avvertiti esclusivamente negli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo.

Acquedotto Pugliese raccomanda i residenti dell’area interessata di razionalizzare i consumi, evitando gli usi non prioritari dell’acqua nelle ore interessate dalla interruzione idrica. I consumi, infatti, costituiscono una variabile fondamentale per evitare eventuali disagi.

Per informazioni: numero verde 800.735.735, www.aqp.it (sezione “Che acqua fa?”), Twitter, account @AcquedottoP

Acquedotto Pugliese, inoltre, offre ai cittadini la possibilità di ricevere direttamente e gratuitamente, in tempo reale, al proprio indirizzo di posta elettronica, le informazioni relative alle sospensioni del servizio, aderendo al servizio di newsletter “myaqpaggiorna”.

 

 

 

 

 

Altri articoli di "Informazioni utili"
Informazioni util..
16/10/2019
Acquedotto Pugliese sta effettuando interventi per il ...
Informazioni util..
15/10/2019
Acquedotto Pugliese sta effettuando interventi per il miglioramento del servizio ...
Informazioni util..
14/10/2019
Acquedotto Pugliese sta effettuando interventi per il ...
Informazioni util..
13/10/2019
Acquedotto Pugliese sta effettuando interventi per il ...
Il piede torto congenito è una malformazione di ossa e articolazioni che colpisce uno o due neonati su mille: ...
clicca qui