Progetto "Kalos Arte e Scienza": appuntamento il 19 e 20 maggio

lunedì 15 maggio 2017
Parte un progetto per stabilire un dialogo empatico tra arte e scienza. 


Il 19 e il 20 maggio dalle ore 8.30 alle 13.30, presso la Sala Convegni di Città di Lecce Hospital, sarà lanciato il progetto "Kalòs Arte&Scienza" con due giornate di relazioni e di performances artistiche sul tema: "Arte e Scienza per una Comunicazione Empatica del Sentire e del Riconoscersi".

"Kalòs Arte&Scienza" è un progetto ideato, promosso e coordinato dalla scrittrice leccese Giovanna Politi, sviluppato in collaborazione con GVM Care & Research e un comitato artistico-scientifico d'eccellenza composto da umanisti, artisti e medici, presieduto dallo scienziato Carlo Ventura, che sarà relatore al convegno.
L'obiettivo è quello di stabilire un dialogo empatico tra arte e scienza per costruire un nuovo tipo di comunicazione il cui veicolo privilegiato è l’arte in tutte le sue forme. Il progetto sarà ospitato nelle scuole di ogni ordine e grado, negli ospedali, nelle carceri e in luoghi dove di norma il dolore e la sofferenza hanno rischiato di oscurare la bellezza.
Punti cardine: l'umanizzazione della figura medica (medicina narrativa, ricetta artistico/musicale/letteraria, Educazione all'Ascolto Empatico), l'educazione alla bellezza e al sentimento (progetto già itinerante nelle scuole, ideato e promosso dalla scrittrice stessa), la prevenzione alla violenza (Je m'aime) e il recupero del soggetto violento con corsi di pittura, di musica, di scrittura creativa e di teatro. Per tutti il tango come terapia.  

Altri articoli di "Cultura"
Cultura
17/04/2018
L'Apulia cinefestival network ha nominato l'attrice come ...
Cultura
17/04/2018
Il 21 e 22 aprile, dalle ore 15, primo appuntamento con la ...
Cultura
17/04/2018
Doppio appuntamento a Lecce con il presidente del Centro Studi Livatino Mauro ...
Cultura
16/04/2018
Comune e Curia lavoreranno insieme per un progetto ...
Anche il cuore dei grandi calciatori di “serie A” va nel pallone. Eppure, siamo sempre stati abituati a ...