Padalino e Cosenza perdono la testa, il Lecce no. A Matera pareggio con due espulsi

sabato 15 aprile 2017

I giallorossi strappano un punto in inferiorità numerica al Matera. Lucani avanti con Negro, poi espulsi Padalino e Cosenza ma Costa Ferreira trova un destro dalla distanza e fissa il pareggio. Festa del Foggia rimandata.

Il Lecce impone un sudato pari per 1-1 al Matera, bloccato sul proprio campo dalla caparbietà dei giallorossi che, nonostante le espulsioni dettata dall’eccesso di nervosismo da parte di Pasquale Padalino e Francesco Cosenza, riescono a raggiungere gli avversari nella ripresa. Una prova non da buttare via per i salentini, che palesano tuttavia ancora dei limiti, soprattutto sui calci piazzati, che sembrano non voler trovare fine. Il punto conquistato da Lepore e compagni rinvia la festa del Foggia, che ha vinto con la Reggina e si è portato a +8 senza però poter brindare a una promozione virtualmente conquistata.

Nel primo tempo il Lecce prova a insistere in avanti facendo leva sul solito possesso palla, mentre il Matera punta maggiormente su uno schieramento accorto ripartire in contropiede. Al 10′ i giallorossi penetrano per la prima volta nell’area avversaria con un’incursione di Lepore bloccata dall’uscita in presa sicura di Tozzo. Stesso esito, un minuto dopo, per la conclusione dal limite di Tsonev, parata dal 22 locale. Al quarto d’ora potente tiro da fuori di Armeno per il Matera, che ci riprova pochi secondi più tardi con un tentativo dai venti metri di Negro deviato da un attento Perucchini.

La partita è viva e le occasioni si susseguono rapidamente, come al diciassettesimo quando, al termine di una fuga di Doumbia stoppata in extremis, la palla arriva sul mancino di Marconi, che incrocia senza riuscire a trovare la porta avversaria. Al 21′ perfetta ripartenza di marca giallorossa orchestrata da Doumbia e Marconi, con l’assist di quest’ultimo per il diagonale di Lepore parato da Tozzo. Passano sette minuti, e il Matera trova il gol del vantaggio: ennesimo errore di schieramento leccese su calcio da fermo, e ad approfittarne stavolta è Mattera che serve a Negro, libero al limite dell’area piccola, un’ottima palla che la punta salentina mette sotto l’incrocio dopo aver fatto sedere due difensori. I giallorossi abbozzano una reazione ma sono in sofferenza sui contropiede lucani. Ne è un esempio quello promosso da Carretta al minuto trentaquattro, che l’attaccante gallipolino quasi trasforma in oro con un destro potente ma alto sopra la traversa. Bella punizione di Strambelli al minuto trentotto; la palla calciata dal 10 biancazzurro va però solo vicina all’incrocio dei pali, perdendosi sul fondo. Prima dell’intervallo i ragazzi di Padalino, espulso al quarantatreesimo per proteste, schiacciano il Matera, dimostrando tuttavia di essere inconsistenti negli ultimi venti metri sbagliando spesso anche i passaggi più semplici.

La ripresa prende il via con Cosenza che segue la strada del suo allenatore, commettendo al quarantanovesimo un brutto fallo su Strambelli che gli costa il rosso diretto e il termine anticipato del proprio incontro. Al 49′ Carretta è caparbio nel recuperare palla su Giosa e calciare, lasciando poi partire un destro da posizione centrale deviato in corner da Ciancio. Al 65′ ecco il pareggio di un Lecce che, nonostante l’inferiorità numerica, aveva avanzato il proprio raggio d’azione: il calcio da fermo di Lepore è respinto dalla difesa locale, con il pallone che giunge però sul destro di Costa Ferreira che, al volo, batte Tozzo. Passano due minuti e il Matera sfiora due volte il nuovo vantaggio con Carretta che in entrambi i casi calcia dal limite verso l’angolino basso, trovando tuttavia la pronta deviazione in angolo di Perucchini. Nella seconda delle due occasioni, il corner di Strambelli trova libero Mattera il cui colpo di testa è però fuori misura. Al 67′ Armellino, in gol all’andata, cerca nuovamente il jolly dalla distanza, ma stavolta il destro è basso è troppo angolato, terminando sul fondo. Grande occasione lucana tre minuti dopo: la discesa di Salandria stava per essere premiata da Carretta, che calcia di mancino di prima intenzione trovando ancora sulla sua strada l’ottimo Perucchini.

Il portiere bergamasco è poi straordinario all’ottantunesimo nel deviare ancora in corner la magistrale torsione di Carretta, ancora a un passo dal gol. All’ottantasettesimo ce n’è anche per De Franco, che sempre su calcio d’angolo incorna di testa dovendo però fare i conti con la solita respinta decisiva dell’insuperabile Perucchini, bravo anche al novantesimo su un’azione in fotocopia del numero 5 materano. Al 92′ l’incursione di Negro trova puntuale l’inserimento di Armellino, il quale spara alto da due passi. Nei frangenti finali i giallorossi resistono all’assedio lucano, trovando anzi l’ultimo tiro del match con Costa Ferreira, che al novantaquattresimo ci prova con un mancino da fuori che si spegne sul fondo. Dopo pochi secondi l’arbitro fischia la fine del big match, conclusosi sull’1-1.

Nel prossimo turno il Lecce ospiterà il Messina, domenica 23 alle ore 14.30.

IL TABELLINO DI MATERA-LECCE

MATERA (3-4-3): Tozzo; Ingrosso, De Franco, Mattera; Di Lorenzo, De Rose, Armellino, Armeno (62′ Salandria); Strambelli (78′ Sartore), Carretta (83′ Infantino), Negro. In panchina: D’Egidio, Bertoncini, Iannini, Didiba, Dammarco, Biscarini, Gigli, Lanini. Allenatore: Auteri.

LECCE (4-3-3): Perucchini; Ciancio, Cosenza, Giosa, Vitofrancesco; Tsonev (64′ Caturano), Fiordilino, Costa Ferreira; Lepore, Marconi (75′ Maimone), Doumbia (46′ Torromino). In panchina: Bleve, Chironi, Agostinone, Arrigoni, Pacilli, Drudi, Monaco, Muci, Mengoli. Allenatore: Padalino.

ARBITRO: Pierantonio Perotti di Legnano (Tommaso Diomaiuta di Albano Laziale, Riccardo Fabbro di Roma 2).

NOTE: pomeriggio soleggiato, temperatura 22°, terreno in buone condizioni. Ammoniti: De Rose (M), Fiordilino, Giosa (L). Espulsi: al 44′ Padalino (all. Lecce) per proteste, 49′ Cosenza (L) per fallo violento. Spettatori: . Recupero: 1’pt, 4’st.

Foto: Michel Caputo

Fonte: Salentosport.net 

Altri articoli di "Calcio"
Calcio
21/06/2017
Classe 1948, cresciuto nelle giovanili giallorosse, Russo ha collezionato 61 presenze con ...
Calcio
21/06/2017
La società giallorossa si assicura a titolo definitivo il bomber di Scampia. Il ...
Calcio
21/06/2017
L’avversario dovrebbe essere il Siviglia. L’incontro previsto per il 12 ...
Calcio
14/06/2017
Prime ore di fermento da mercato in casa Lecce, dove ...
Al via il ciclo di giornate studio sul mondo del caffè prima della pausa estiva a cura di valentino Caffè ...