Centri commerciali aperti a Pasqua, i lavoratori incrociano le braccia

venerdì 14 aprile 2017
I sindacati Filcams Cgil, Uiltucs Uil e Fisascat Cisl hanno indetto la protesta contro la totale liberalizzazione delle aperture commerciali.

Anche in provincia di Lecce, come nel resto della Puglia, le lavoratrici e i lavoratori del commercio incroceranno le braccia, il 16 e 17 aprile, per protestare contro la totale liberalizzazione delle aperture commerciali. A proclamarlo sono i sindacati di categoria Filcams Cgil, Uiltucs Uil e Fisascat Cisl.

Come è noto, la liberalizzazione degli orari introdotta nel 2011 con il Decreto “Salva Italia” ha eliminato ogni vincolo e regola in materia di orari commerciali, nel totale disinteresse degli effetti negativi prodotti su milioni di persone, in prevalenza donne, e sulle loro famiglie.

“Le liberalizzazioni sono sbagliate -spiegano i sindacati- , non aiutano la crescita economica, non creano nuova occupazione, producono dumping tra piccola e grande distribuzione, svendono le festività, svuotano i centri storici delle città a favore delle cittadelle del consumo, sviliscono la qualità del lavoro spezzettando la prestazione lavorativa e costringendo i dipendenti ad orari ben poco concilianti con le necessità di riposo”.

 

Altri articoli di "Economia e lavoro"
Economia e lavoro
10/12/2017
Il carcere di Lecce ospiterà il progetto "Diamo ...
Economia e lavoro
07/12/2017
L’assessore regionale commenta l’accordo ...
Economia e lavoro
06/12/2017
L’accordo è stato sottoscritto oggi a Bari da ...
Economia e lavoro
06/12/2017
L’appuntamento si è svolto a Lecce: si ...
Il 17 dicembre a Caprarica al via i festeggiamenti per Santa Lucia: bancarelle, enogastronomia, storia e ...