Lecce, assessorato all’Ambiente adotta agnellino e lo salva dalla mattanza pasquale

venerdì 14 aprile 2017

L’assessorato all’ambiente del Comune di Lecce adotta un agnellino e accende i riflettori sulla brutale mattanza pasquale.

Lo avevano fatto l’ex premier, Silvio Berlusconi, e la presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, ora tocca all’assessorato all’Ambiente del Comune di Lecce: I dipendenti e l’assessore al ramo, Andrea Guido, hanno adottato un agnellino per salvarlo dalla mattanza pasquale e lo hanno affidato al Vivaio Rizzo.

L’animale rientrerà nel progetto Natura - Ambiente e avrà la possibilità di vivere accanto ad altre specie in un parco realizzato ad hoc. Destinato al consumo nei giorni di Pasqua, l’animale è stato acquistato da un allevamento leccese e questa mattina, dopo essere passato dagli uffici comunali per conoscere i suoi benefattori, è stato già trasferito presso il vivaio.

“La sensibilità sta cambiando - ha commentato l’assessore Andrea Guido - e i numeri parlano chiaro: circa 2 italiani su 3 non mangiano più agnello a Pasqua e le macellazioni sono quasi dimezzate negli ultimi anni. Per far leva sulla sensibilità crescente, in questi giorni, sono tante le campagne di comunicazione per salvare gli agnelli e cambiare tradizioni e abitudini. Noi abbiamo voluto contribuire, nel nostro piccolo”.

“Se tutti sappiamo che per produrre carne - continua Guido - un animale viene ucciso, vedere ciò che accade all’interno dei macelli è molto diverso. Soprattutto notare particolari come il terrore negli occhi, la riluttanza ad andare verso la morte, i cuccioli che urinano per la paura o quelli che vengono uccisi davanti ai loro simili (metodica tra l’altro non a norma di legge). Perché nei macelli la morte non arriva in silenzio, ma è fatta di urla, scalpitii, rumori di catene e coltelli che si affilano”.

“Anche quest’anno – insiste - l’Enpa ci fa notare che si tratta di cuccioli tra i 30 e i 40 giorni di vita, strappati prematuramente alle loro madri dopo una gravidanza di 5 mesi regolata in modo tale da poterli uccidere quando pesano circa una decina di chili.  Sono circa 500.000 gli agnelli, 2,7 milioni se consideriamo anche capretti e agnelloni, che vengono mandati al macello in queste ore. Il nostro invito - conclude l’assessore leccese - è quello di passare una Pasqua che sia felice e spensierata anche per questi animali”.

Altri articoli di "Animali"
Animali
21/06/2017
Il recupero è avvenuto ieri nelle acque di Ugento, ...
Animali
21/06/2017
Salvataggio insolito a Lecce: un cucciolo di pipistrello in ...
Animali
20/06/2017
L’animale è arrivato a Torre Guaceto qualche ...
Animali
19/06/2017
L’animale è stato trasferito su una banchina del porto dai pescatori. ...
Al via il ciclo di giornate studio sul mondo del caffè prima della pausa estiva a cura di valentino Caffè ...