Giornata contro discriminazioni razziali: associazioni in piazza a Lecce

lunedì 20 marzo 2017

Martedì 21 marzo anche a Lecce si celebra la giornata dedicata al contrasto di azioni, comportamenti, provvedimenti e decreti discriminatori nei confronti del “diverso”.

Giornata Internazionale contro le discriminazioni razziali in piazza Sant'Oronzo a Lecce a partire dalle 10, il prossimo 21 marzo. Arci Lecce, insieme a LINK Lecce - Coordinamento Universitario, all’associazione Associazione Antigone, LeA- Liberamente e Apertamente, Arci Gay, Caritas Diocesana, Cooperativa Rinascita e Agedo Lecce, scendono in piazza per contrastare azioni, comportamenti, provvedimenti e decreti discriminatori nei confronti del cosiddetto “diverso”.

La ricorrenza incontra e incrocia i temi della Giornata Nazionale della Memoria e dell’Impegno contro le Mafie. Mafia e discriminazione sono tematiche che si incrociano difatti drammaticamente con il fenomeno transnazionale della tratta dei migranti, per questo, come spiegano le associazioni, “serve un impegno delle energie migliori della nostra società su questo fronte”.

Quest’anno la giornata contro le discriminazioni razziali diventa in Italia un momento di mobilitazione contro il Decreto Legge Minniti-Orlando e il Decreto ‘Sicurezza’, entrati recentemente in vigore ed in fase di conversione in Parlamento. Due provvedimenti che rappresentano un passo indietro sul piano dei diritti e della civiltà giuridica del nostro Paese, con i quali si pretende di lanciare un segnale “securitario” all’opinione pubblica attraverso la decretazione d’urgenza per giungere a una riduzione drastica dei diritti dei migranti. I decreti si limitano a cambiar nome ai Cie (Centri di identificazione ed espulsione) trasformandoli in “Centri permanenti per il rimpatrio”; istituiscono un'unica procedura per le espulsioni, valida per chi proviene da percorsi di criminalità e per il lavoratore straniero privo di permesso di soggiorno;

A livello nazionale è stato formulato un appello che verrà distribuito in Piazza Sant’Oronzo, a Lecce, la mattina del 21 marzo, per impedire la conversione in legge di questi provvedimenti del Governo così formulati. A Roma invece si terrà una assemblea pubblica presso la sede del Cnel.

Hanno aderito le seguenti associazioni: A Buon Diritto, Acli, Anolf, Antigone, Arci, Asgi, Cgil, Centro Astalli, Cild, Cisl, Comunità Nuova, Comunità Progetto Sud, Comunità Di S.Egidio, Cnca, Focus – Casa Dei Diritti Sociali, Fondazione Migrantes, Legambiente, Lunaria, Oxfam Italia, Sei Ugl, Uil.



 

Altri articoli di "Società"
Società
21/04/2018
La vettura dotata del dispositivo elettronico ...
Società
20/04/2018
Il Lions Club “Lecce Santa Croce” dona a Lecce e al Salento il ...
Società
19/04/2018
L'annuncio della nota pasticceria brindisina ha sollevato ...
Società
18/04/2018
La giunta comunale leccese ha nominato la professoressa, ...
L’amaro non fa digerire e il vino non fa buon sangue: i principali luoghi comuni sull’alcol sono delle fake ...