Matteo Farina, lo studente che potrebbe diventare presto "beato"

venerdì 17 marzo 2017
Il prossimo 24 aprile si concluderà la fase diocesana del processo di beatificazione del 19enne brindisino morto nel 2009. 

Matteo Farina era un ragazzo come tanti eppure nella sua breve esperienza di vita c'è qualcosa di straordinario.
Ne è convinto chi lo ha conosciuto: familiari, amici, compagni di classe e professori che hanno condiviso con lui momenti di gioia e dolore per la sua prematura scomparsa a soli 19 anni.
Il 24 aprile si terrà la sessione conclusiva della fase diocesana del processo di beatificazione di Matteo, nato ad Avellino e cresciuto a Brindisi. Qui frequentava l' Itis Ettore Majorana: uno studente modello con voti altissimi e un leader per i compagni di scuola. La sua era una “missione”: da “infiltrato” voleva parlare ai coetanei di Dio e “infettarli con il virus dell'Amore”.
Molte delle pagine del suo diario danno testimonianza della sua fede incrollabile anche davanti alla grave malattia che lo portò alla morte il 24 aprile del 2009.
Le pagine Facebook dedicate a Matteo Farina sono numerose tanto da definire quasi il profilo di un “beato 4.0”: un giovane il cui esempio di vita è ancora molto vivo e il cui nome potrebbe presto entrare a far parte dell'elenco dei beati riconosciuti dalla Chiesa. 
Altri articoli di "Società"
Società
27/06/2017
Dopo il no del Comune di Gioia del Colle alla sepoltura nel ...
Società
26/06/2017
L'associazione ha stretto un accordo per monitorare la ...
Società
24/06/2017
Gli auguri e la disponibilità a collaborare di ...
Società
23/06/2017
Il regolamento è stato approvato al fine di dare indicazioni corrette e precise ...
Al via il ciclo di giornate studio sul mondo del caffè prima della pausa estiva a cura di valentino Caffè ...