Una mostra per Lara: “Istantanee di vita” in ricordo del suo coraggio

giovedì 16 marzo 2017

L'iniziativa organizzata dal Alessandra Ferramosca e Giusi Portaluri, si terrà al Castello di Corigliano.

Si aprirà questo pomeriggio, presso il castello di Corigliano d’Otranto, la mostra fotografica Lara “Istantanee di vita”, ideata da Alessandra Ferramosca e realizzata in collaborazione con Giusi Portaluri. Una galleria di scatti dedicati a Lara, giovane mamma prematuramente scomparsa, e ispirati al suo coraggio.

I protagonisti delle foto sono ritratti nella loro operosità e in alcuni particolari gesti o dettagli, che meglio di altri denotano la loro determinazione e la loro voglia di vivere. Lo shooting fotografico è a cura di Gianvito Carlino, con la partecipazione di Maria Grazia Ciriolo. La mostra resterà aperta fino al 19 marzo: apertura dalle 17 alle 21, il fine settimana anche dalle 10 alle 12. Previste anche una serie di attività collaterali a favore di Amopuglia, un’associazione che si occupa di assistenza domiciliare gratuita ai pazienti oncologici terminali.

Il 16 marzo ci sarà l’incontro con la dottoressa Federica Montefusco, nutrizionista e volontaria AmoPuglia Lecce e degustazione in collaborazione con “Senzaltro”, azienda specializzata in Gluten Free di San Donato di Lecce e con Tamara Zanella (Treviso), counselor di Gestalt Bodywork. Venerdì la presentazione del libro di Giulietta Bandiera “Oltre il cancro”. Sabato ci sarà la scrittrice Maria De Giovanni che illustrerà il suo volume “Sulle orme della sclerosi multipla”. Ingresso 5 euro.

Altri articoli di "Solidarietà"
Solidarietà
22/04/2018
Cartellone di eventi dal 29 aprile al 27 maggio. Il ricavato della prima data sarà ...
Solidarietà
20/04/2018
La casa editrice "Manni editori" ha regalato libri per la biblioteca della Casa ...
Solidarietà
17/04/2018
L'imbarcazione è stata affidata dalla Procura alla ...
Solidarietà
05/04/2018
L’iniziativa partita dal Pronto Soccorso dei Poveri: la raccolta avverrà ...
Anche il cuore dei grandi calciatori di “serie A” va nel pallone. Eppure, siamo sempre stati abituati a ...