La Gioconda è felice: ricercatrice salentina svela i segreti dell'enigmatico sorriso

mercoledì 15 marzo 2017
Emanuela Liaci ha partecipato ad un esperimento dell'Università di Friburgo per analizzare le emozioni che suscita il quadro di Leonardo. 

La Gioconda è felice. O almeno questa è l'impressione che dà alla maggior parte degli osservatori.
Il mistero che da sempre aleggia sul viso della Monna Lisa e sul suo enigmatico sorriso è svelato dalla ricercatrice salentina Emanuela Liaci che studia scienze e psicologia cognitive all'università di Friburgo.
La giovane ricercatrice, originaria di San Cesario, ha condotto un esperimento sulla percezione delle emozioni i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Scientifc Reports. La conclusione alla quale è giunta è che la percezione delle emozioni non è sempre uguale ma è molto influenzata dal contesto. 

Per decifrare il sorriso della Gioconda i ricercatori hanno mostrato a un gruppo di volontari il dipinto di Leonardo insieme ad altre otto versioni 'ritoccate', in cui gli angoli della bocca della Monna Lisa erano stati leggermente curvati verso l'alto o il basso per dare un'espressione più felice o più triste. La versione originale del quadro e le quattro versioni con l'espressione più positiva sono state percepite come 'felici' quasi nel 100% dei casi, e il loro riconoscimento è avvenuto più velocemente e con una maggiore certezza rispetto alle espressioni più tristi.

In un secondo esperimento i ricercatori hanno mostrato ai volontari la Gioconda originale insieme ad altre sette versioni, tutte più malinconiche: in questo contesto di maggiore negatività, tutte le immagini sono state giudicate dagli osservatori come più tristi.

'E' come se il nostro cervello fosse più portato a riconoscere le espressioni facciali positive'' ha spiegato Emanuela Liaci.''Siamo stati molto sorpresi dallo scoprire che la Monna Lisa viene sempre vista come felice: questo mette in discussione l'opinione comune tra gli storici dell'arte'' ha affermato il coordinatore del gruppo di ricerca, Jurgen Kornmeier.

Altri articoli di "Università"
Università
05/03/2017
Il Dipartimento dei beni culturali ...
Università
01/03/2017
Entrata in vigore la nuova riorganizzazione del personale ...
Università
24/02/2017
Uno speciale “open day” per ricordare la figura del Presidente della ...
Università
24/02/2017
Tutto pronto per la nuova edizione della “Spaghetti ...
Il 28 febbraio scorso si è svolto presso Maestri Caffettieri, la scuola di formazione di Valentino ...