Artisti colorano il Grande Raccordo anulare: tra loro il leccese Ferreri

mercoledì 8 marzo 2017

Francesco Ferreri è uno degli artisti che hanno partecipato a “GraArt”, il progetto targato Anas e promosso dal Ministero dei beni culturali, per riqualificare le periferie romane: “Esperienza stimolante”.

Il Grande Raccordo Anulare di Roma come spazio artistico, ottanta “non luoghi” che fanno da sfondo alla creatività, dieci urban artist, di cui 5 nazionali e 5 internazionali, pronti a impreziosire svincoli, sottopassaggi, aree piene di sporco e fuliggine.

È questo e altro ancora “GraArt”, il progetto, targato Anas e approvato dal Ministero dei Beni culturali, che vuole riqualificare le periferie partendo con il contributo dell’arte contemporanea

I primi dieci murales sono stati realizzati e tra gli artisti coinvolti c’è anche il leccese Francesco Ferreri, che non nasconde l’entusiasmo per questa esperienza: “In genere, a noi creativi non piace che ci vengano suggeriti i temi, ma in questo caso ammetto che è stata un’esperienza stimolante, che mi ha permesso di informarmi e approfondire la storia di Roma”.

Ferreri è stato affiancato da una scrittrice, Ilaria Beltrame, che ha fornito alcuni suoi testi per sviluppare le storie da rappresentare.  A lui, in particolare, è capitato di doversi confrontare con figure storiche come Agrippina e Nerone e con la rappresentazione della Campania Felix (visto che la sua opera era diretta alla Campania”.

“L’opera  – spiega – in cui compaiono sia Agrippina, madre di Nerone, sia l’imperatore, sia le macerie di Pompei e la Campania antica, la Campania Felix , attraverso alcuni personaggi che l’hanno rappresentata – s’intitola Ventrem feri Imperium, ovvero Colpisci al ventre l’impero, e s’inserisce in questa idea di voler ricollegare le periferie romane al centro della città”.

Il video

 

Altri articoli di "Luoghi"
Luoghi
22/06/2017
Il sito specializzato in turismo inserisce la cascata di ...
Luoghi
21/06/2017
Un ampio articolo sulla Puglia e sul Parco di Porto ...
Luoghi
20/06/2017
Da mercoledì 21 giugno parte “L'Ora Matta di Visioni del ...
Luoghi
16/06/2017
La grotta, scoperta nel 1959, dopo alcuni anni fu chiusa e occultata con dei massi. Il ...
Al via il ciclo di giornate studio sul mondo del caffè prima della pausa estiva a cura di valentino Caffè ...