Da Otranto alla Grecia in aliscafo, tutti i dettagli delle nuove rotte giornaliere

martedì 7 marzo 2017
Il porto di Otranto sarà collegato con rotte giornaliere a Paxos e Corfù.

Tutto pronto ad Otranto per il nuovo servizio di collegamento con la Grecia. A partire da giugno un aliscafo per circa 225 passeggeri congiungerà il Salento con le isole di Paxos e Corfù in circa due ore e mezza.
In un giorno della settimana è prevista anche andata e ritorno in giornata per chi volesse fare un’escursione veloce. Tutti i dettagli del nuovo servizio sono stati illustrati questa mattina nella Sala Triangolare del Castello Aragonese alla presenza del Sindaco Luciano Cariddi; di Nunzio Formica, direttore commerciale Liberty Lines; Vittorio Morace, direttore nuove linee Liberty Lines e Giuseppe Tessolon di Adriatic Shipping.

Dallo scalo pugliese di Otranto, i collegamenti saranno garantiti da giugno a settembre con due fasce di stagionalità e tariffe competitive. Dal 29 giugno al 27 luglio, l'aliscafo Ammarì collegherà – ogni giorno escluso il martedì – i porti di Otranto, Corfù e Paxos.

In alta stagione turistica – dal 28 luglio al 10 settembre - invece, i collegamenti tra la costa pugliese e gli scali portuali del turismo vip della Grecia saranno operati sette giorni su sette.
“Abbiamo deciso di puntare su queste nuove rotte dopo un'attenta analisi di mercato”, dicono dalla Liberty Lines. “Negli ultimi anni le isole greche hanno conosciuto un incremento delle presenze turistiche. Il collegamento via mare ad alta velocità, con due delle mete più ambite del turismo Mediterraneo, con imbarcazioni di ultima generazione, è un servizio che mancava. Prevediamo anche nel prossimo futuro di ripristinare anche la linea con l’Albania, guardando ai porti di Saranda e probabilmente di Valona.

Siamo convinti che le iniziative di questi anni, oltre a consentirci di recuperare lo storico ruolo di Otranto quale città ponte, luogo di arrivi e partenze via mare, abbiano anche spronato verso una crescita della cultura marinara che rischiava di smarrirsi pian piano”.

“Si è lavorato molto, in questi anni, e continuiamo a farlo, per migliorare il rapporto della Città con il suo mare. Energie e risorse investite per riqualificare e portare a nuova funzione molte aree del nostro fronte-mare.

Una particolare attenzione è stata dedicata al porto, una porzione del territorio cittadino per lunghi anni abbandonata a se stessa e senza alcuna strategia di sviluppo, che ha visto concentrati diversi interventi tesi a migliorare le potenzialità espresse da questa infrastruttura” ha commentato il sindaco Luciano Cariddi.

Ma non è l'unica buona notizia che viene dal mare per Otranto: anche quest’anno la città sarà meta di mini crociere dal mese di marzo fino a ottobre, grazie alla collaborazione fra l’Amministrazione Comunale e l’agenzia marittima Adriatic Shipping.

Sono previsti nel porto di Otranto due approdi della motonave Island Sky (90 m), tre approdi della motonave Le Lyrial (142 m), due approdi della motonave Berlin (139 m), undici approdi della motonave Artemis (60 m) e un approdo della motonave Serenissima (87 m).

“Negli ultimi tre anni, poi, si è verificato un incremento progressivo degli yacht privati sopra i 30 metri” - dichiara Giuseppe Tessolon - solo lo scorso anno il porto di Otranto ne ha ospitati 28”.

Altri articoli di "Turismo"
Turismo
21/04/2017
Sulla pagina facebook l'annuncio dell'accordo con la ...
Turismo
19/04/2017
L'idea dell'associazione Rotaie di Puglia sul tavolo del ...
Turismo
18/04/2017
La prima prova di stagione nel Salento registra buone ...
Turismo
15/04/2017
Un sondaggio dell'Osservatorio sul Turismo che ha coinvolto ...
Domani, sabato 22 aprile, al PalaVentura di piazza Palio a Lecce. Start ore 16.30. Si rinnova a Lecce ...