Banca Popolare Pugliese: utile netto di 9,3 milioni. Assemblea dei soci ad aprile

giovedì 23 febbraio 2017

Il Consiglio di Amministrazione della "Popolare Pugliese" ha approvato la situazione economica e patrimoniale al 31.12.2016 della Banca, che sul finire dell'anno ha dato corso all'incorporazione della partecipata Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio SpA di Benevento ed all'apertura dello sportello in Matera, espandendo così la propria rete territoriale in Campania e rafforzando quella in Basilicata e Molise.

Nel 2016 i finanziamenti netti alle imprese e alle famiglie si attestano a 2.289 mln di euro (+ 4,34% sul 2015) a testimonianza del ruolo determinante svolto dalla Banca per il supporto all’economia locale. Il numero dei clienti e dei rapporti attivi è in apprezzabile aumento.

I crediti deteriorati netti e tra questi quelli in sofferenza si collocano rispettivamente all’11,54% e al 6,15% degli impieghi ed hanno visto un miglioramento del livello di copertura che si attesta, tenuto conto delle posizioni stralciate, al 49,43% ed al 61,82%.

La raccolta complessiva si porta a 4.125 mln (+ 2,53% sul 2015), con il particolare apporto della raccolta diretta che si pone a 3.016 mln (+ 4,80% rispetto all'anno precedente). La raccolta assicurativa ha visto sul "ramo vita" una crescita di 43 mln di euro.

La solidità patrimoniale si colloca su livelli fra i più alti di quelli di sistema e vede il CET1 e il TIER1 al 14,30% ed il TOTAL CAPITAL RATIO al 14,42%.

In un anno in cui i risultati delle banche in generale sono caratterizzati da forti incertezze ed instabilità anche con bilanci in perdita, la Banca Popolare Pugliese chiude con un utile netto di 9,35 mln di euro nonostante abbia dovuto far fronte a crescenti oneri di sistema, pari a 5,5 mln di euro (contributi ordinari e straordinari al Fondo di Risoluzione, al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi-FITD, rettifiche di valore per gli interventi con lo schema volontario del FITD e rettifiche di valore del Fondo Atlante), ad una riduzione del margine d'interesse di 2,8 mln per effetto della situazione dei tassi divenuti anche negativi, a rettifiche su crediti e di altri valori dell’attivo, nonché ad accantonamenti al fondo rischi e oneri per complessivi 24,72 mln di euro, a maggiori costi di struttura (+ 7,98%) per lo più collegati all'operazione di incorporazione della Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio e ad imposte per 2,94 mln di euro.

Positivo il contributo delle commissioni attive che è risultato in crescita dell' 8,85% e dei profitti da operazioni finanziarie pari a circa 10 mln di euro.

 

L'utile registrato consente, da un lato di sottoporre all' Assemblea convocata per domenica 23 aprile 2017, alle ore 9,30, in Gallipoli presso il Teatro Italia, la distribuzione di un dividendo di euro 7,5 centesimi per azione ai 32.899 soci e dall'altro di rafforzare la solidità della Banca, visto che il patrimonio netto comprensivo della sola quota di utile che si proporrà di patrimonializzare, passerà a 364 mln di euro.

Cresce il numero degli sportelli che passano a 108.

"Si è chiuso un anno in cui la Banca, grazie ad una gestione che ha privilegiato l'efficienza e l'attenzione al cliente, ha saputo fronteggiare gli effetti causati da un'economia territoriale ancora in difficoltà, riuscendo, nel contempo, a preservare la qualità del credito e a generare profitti. Con l'approvazione dell'Assemblea sarà attribuito un dividendo ai Soci per complessivi euro 4,58 milioni di euro ed accantonato a riserve, in linea con gli indirizzi dell'Organo di Vigilanza, più del 50% dell'utile conseguito (4,77 mln)", dice con soddisfazione il direttore generale Mauro Buscicchio.

Sulle prospettive dell'esercizio in corso, il presidente Vito Primiceri afferma: "Per il 2017 la strategia aziendale non cambia: privilegiare le potenzialità della Banca con l'obiettivo di dare supporto alle imprese e alle famiglie, realizzando una redditività adeguata alla corretta remunerazione dei capitali che le sono stati affidati".

In foto: il presidente Vito Primiceri e il direttore generale Mauro Buscicchio

Altri articoli di "Redazionali"
Redazionali
26/05/2017
"L'upgrade dei ristoranti di sushi" arriva nel capoluogo salentino da un'idea ...
Redazionali
25/05/2017
Il ristorante pizzeria Colapeppi, a Calimera, propone un ...
Redazionali
24/05/2017
E’ decisamente positivo il bilancio della quarta edizione de “Il Mare che ...
Redazionali
23/05/2017
La Banca Popolare Pugliese diventa fattore di innovazione ...
"L'upgrade dei ristoranti di sushi" arriva nel capoluogo salentino da un'idea di Gianni ...