E se il Salento lo comprassero gli arabi? L'amara ironia di "Vendesi Salento"

venerdì 20 gennaio 2017
Il "finto documentario" fa parte della web serie Past Forward realizzata da Apulia Film Commission e Repubblica Tv.

Il Salento diventerà il 52esimo stato americano, un Land tedesco o una colonia di una “petromonarchia maomettana”? Il mockumentary “Vendesi Salento” firmato da Davide Barletti per Apulia Film Commission racconta di un futuro immaginario in cui il Governo italiano, ormai in bancarotta, decide di varare la Step Sold Option e vendere il Salento al miglior offerente.
E così il 12 agosto del 2021 in uno studio televisivo locale va in onda un dibattito surreale tra un sottosegretario del Governo che difende la manovra e un ambientalista salentino con collegamenti dalla Grecia – che ha già venduto il Partenone alla Disney- e dalla Germania. Il conduttore è il giornalista Danilo Lupo.

“Vendesi Salento” da spazio alle paure di un territorio in un'iperbole amara e ironica allo stesso tempo.

Il falso documentario realizzato da Apulia Film Commission con Repubblica Tv è il sesto episodio della web serie “Past Forward” tutta dedicata alla Puglia. Un flusso di coscienza attraverso 90 anni di storie, un viaggio dal passato nel futuro, dal 1970 al 2050, in nove diverse opere, una per ciascun decennio. Attraverso stili, linguaggi e punti di vista radicalmente differenti mostra una sintesi tra passato, presente e futuro della Puglia, del Meridione e, quindi, dell’Italia tutta.  

Altri articoli di "Web e Social"
Web e Social
16/01/2020
L'uso della tecnologia al momento di "arricciare" i polpi non si era ancora ...
Web e Social
11/01/2020
Un saluto pieno di affetto e commozione quello che Andrea ...
Web e Social
08/01/2020
Una corsa folle, pericolosissima quella di una Mercedes, immortalata da un video ...
Web e Social
07/01/2020
Giovanni Custodero, ex estremo difensore del Fasano, è affetto da un sarcoma in ...
 Per sgomberare il campo dai dubbi, torniamo a parlare di coronavirus proveniente dalla Cina, anche perché ...
clicca qui